In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Maltempo: allarme nubifragi al sud fino a domenica

Calabria Attualità
Tetti scoperchiati a Catanzaro

Nelle prossime ore temporali al sud e Sicilia, nubifragi tra Basilicata e Foggiano in Puglia e nel resto del sud. Un'ondata di maltempo che si acuirà oggi, con venti forti e nubifragi sulla Sicilia Ionica a causa di un piccolo ciclone mediterraneo in formazione a sud dell'isola. Sono le previsioni dei meteorologi del portale IlMeteo.it. Nella giornata di oggi si formerà un vero e proprio piccolo ciclone mediterraneo, con venti fortissimi sulla Sicilia fino a 100km/h. Nubifragi sabato su catanese-siracusano-ragusano. Peggiora la sera su Foggiano, venti sempre forti sulla Sicilia. Peggiora sulla Calabria Ionica e meridionale. Buono altrove al centro nord con clima fresco con 13 gradi. Domenica venti ovunque moderati e forti freschi da nordest, insiste una circolazione depressionaria a sud della Sicilia, venti forti su Calabria e Sicilia specie sui settori ionici, temporali sulla Sicilia, Calabria, piogge su Puglia centrale e Lucania con tendenza a localizzazione delle piogge su Crotonese, nord Sicilia, est Sicilia. Buono altrove al nord e Toscana, Lazio, ma con clima fresco, non più di 14 gradi di giorno. Addensamenti su confini altoatesini. Lunedì ancora venti freschi forti da nordest al centro sud, forti sulla Puglia e Ionio, piogge subito su centrali Adriatiche tra le Marche e il Molise con clima fresco e neve a 600m, rovesci al sud su Salento, Calabria, nord Sicilia, e tendenza a peggioramento sulle Adriatiche dalle Marche alla Puglia, Lucania, Calabria, messinese e nord Sicilia la sera, con neve tra 600m e 1000 su Calabria e nord Sicilia.

Nel corso della notte il maltempo non ha dato tregua in quasi tutta la regione. La provincia di Vibo Valentia, soprattutto il comprensorio del Poro, la zona della statale 18 e la zona montana di Serra San Bruno, è stata la più colpita, con alberi caduti lungo le strade, tetti scoperchiati. I vigili del fuoco stanno continuano a lavorare da diverse ore ininterrottamente e non riescono a soddisfare tutte le chiamate per interventi.

Tetti scoperchiati o pericolanti, alberi abbattuti e cartelloni pubblicitari divelti anche in provincia di Catanzaro, costretta a fare i conti, dalla scorsa notte, con raffiche di vento violentissime che stanno creando notevoli disagi. La sala operativa dei Vigili del fuoco ha ricevuto diverse richieste di assistenza, soprattutto per i rischi che derivano da diverse case scoperchiate o con tegole in bilico. Una situazione che interessa tutto il territorio provinciale. Al momento, fortunamtamente, non si registrano conseguenze per le persone.