In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

“Operazione Ragno” impegnati oltre 100 carabinieri a Filandari

Vibo Valentia Cronaca
28 notizie correlate

Oltre 100 militari della Compagnia di Vibo Valentia, di Serra S. bruno, Tropea, dello Squadrone Cacciatori, della compagnia speciale di Vibo e del reparto operativo, con il supporto delle unità cinofile e degli elicotteri dell’8° elinucleo, sono stati impegnati stanotte nell’operazione “Ragno” contro la cosca Soriano di Filandari. Oltre agli arresti sono state eseguite decine di perquisizioni domiciliari. Per 2 ore tutto l’abitato del paese vibonese è stato letteralmente cinto d’assedio e nessuno è potuto entrare od uscire dalla frazione Pizzinni, centro di potere e sede storica della cosca. I carabinieri hanno eseguito i 10 provvedimenti di fermo emessi dalla Dda di Catanzaro nei confronti di presunti affiliati al clan mafioso Soriano con l’accusa di associazione di tipo mafioso, estorsione, danneggiamento, minaccia, incendio, detenzione e porto abusivo di armi e di esplosivi. Nel mirino della banda imprenditori, giornalisti, deputati e gli stessi carabinieri.

Le persone fermate sono: Leone Soriano, 45 anni; Carmelo Soriano di 49; Carmelo Giuseppe Soriano di 20; Francesco Parrotta, di 28; Giuseppe Soriano, di 20; Antonio Cara' di 18; Grazie D'Ambrosio di 41; Graziella Silipigni di 40; Gaetano Soriano di 47; Fabio Buttafuoco, di 22. Gli indiziati, secondo l'accusa, facevano parte della cosca Soriano, commettendo estorsioni, danneggiamenti, al fine di acquisire il controllo, anche indiretto, o la gestione, di attività economiche, in particolare di attività imprenditoriali nel campo dell'edilizia e del movimento terra e simili. La cosca imponeva, inoltre, prestazioni e forniture in regime di monopolio, specie nel campo dell'edilizia e del movimento terra. Soriano e Gaetano Leone, sono indicati come organizzatori; Buttafuoco, Carà, Parrotta sarebbero esecutori. Gli altri sarebbero stati esecutori e soggetti di raccordo tra i dirigenti e gli esecutori. Il gruppo avrebbe avuto disponibilità di armi ed esplosivi.