Rifiuti. Sovralzo Columbra, Pd e Consenso: “troppe incongruenze e comportamenti ambigui”

Crotone Politica
Enrico Pedace

“La problematica rifiuti, nella nostra regione, non solo è irrisolta, malgrado le assicurazioni regionali sulle discariche zero e con l’indicazione ad ogni territorio di smaltire quanto prodotto, ma ha addirittura provocato solo enormi costi e soprattutto preoccupazioni e insicurezza sanitaria nei cittadini”.

A sostenerlo, in una nota congiunta, sono la consigliera comunale di Crotone, del Pd, Rosanna Barbieri, e i colleghi di opposizione del gruppo Consenso Vincenzo De Franco, Fabiola Marrelli, Salvatore Gaetano ed Enrico Pedace.

I rappresentanti dell’opposizione manifestano dunque la loro disapprovazione sulle scelte politiche che riguardano l’ampliamento della discarica privata di Columbra (QUI).

“Un ampliamento – sostengono i consiglieri - a vantaggio non del nostro territorio che ha abbondantemente dato, ma destinato verso quei territori calabresi che hanno sempre espresso diniego a discariche sui propri comuni”.

I firmatari della nota, dunque, affermano di concordare con il lavoro dei comitati civici e con il mondo delle associazioni “che si stanno organizzando per dire no all'ampliamento di Columbra, impegnandosi, coinvolgendo, ottimamente, la comunità”.

I rappresentati del Pd e di Consenso, poi, stigmatizzano anche i comportamenti definiti “ambigui” e quelle che chiamano “le sceneggiate di protesta che si sono registrate in questi giorni da parte di una certa politica” che denoterebbero a loro dire “non solo mancanza di chiarezza e correttezza, ma anche il mancato protagonismo politico di chi ha la responsabilità di governare i processi”.

“La salute e le preoccupazioni dei cittadini non si svendono per le royaltes sui rifiuti!” tuonano i consiglieri dicendosi, ancora, preoccupati “per il comportamento di chi ha espresso, pubblicamente, positività sulla sospensione del provvedimento di ampliamento di Columbra. La decisione adottata dalla Regione gli ha dato tremendamente torto”.

“Probabilmente - aggiungono - siamo di fronte ad atteggiamenti politici di parte che dimenticano che, ancora una volta, si è consumata un'intera legislatura regionale e sulla problematica rifiuti, Crotone e la sua provincia ma soprattutto i suoi cittadini, hanno subito di tutto, non riuscendo a ottenere nulla, se non preoccupazioni e insicurezze irrisolte”.

In conclusione, i consiglieri di opposizione ribadiscono la loro “piena disponibilità” ai Comitati dei cittadini e alle associazioni ad “affrontare in maniera determinata e risolutiva la problematica; lo merita il territorio, se lo aspettano, con fiducia, i cittadini”, ribadiscono.

20 notizie correlate