In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Porto Gioia Tauro: Scopelliti sottoporrà al Governo le richieste per il rilancio dello scalo

Calabria Cronaca
Giuseppe Scopelliti

“L’iniziativa del prossimo venerdì 14 gennaio alla Presidenza della Giunta regionale, relativa ai problemi che attraversa il porto di Gioia Tauro, sarà un momento fondamentale, propedeutico alla formalizzazione di richieste che sottoporrò al Governo e direttamente al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi”. E’ quanto afferma il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - che segue con grande attenzione, assieme alla vicepresidente Antonella Stasi, le ultime vicende che hanno interessato lo scalo portuale gioiese. “Ho fortemente voluto far sedere, in tempi brevissimi, allo stesso tavolo, la Regione Calabria e le parti interessate poiché riteniamo il porto area fondamentale per lo sviluppo della Calabria. Su Gioia Tauro abbiamo puntato in modo concreto, firmando a Roma, assieme all’assessore al Bilancio Giacomo Mancini, l’Accordo di Programma Quadro che prevede investimenti complessivi per circa 460 milioni di euro da spendere in vari interventi nell’area del porto e la creazione di un filo logistico intermodale che consentirà a tutta l’area di essere ancor più attrattiva per i grandi operatori logistici nazionali e internazionali. Vogliamo rafforzarne la leadership sul bacino del Mediterraneo”.

Sulla recente chiusura per 30 ore il Presidente della Regione ha inoltre aggiunto di “aver appreso le dichiarazioni dei vertici della Medcenter in cui evidenziavano di non voler per alcun motivo disimpegnarsi a Gioia Tauro, ma di continuare a vigilare affinché i lavoratori non siano penalizzati. A loro – ha aggiunto Giuseppe Scopelliti – vanno i nostri primi pensieri. In un periodo di grande crisi non possiamo permetterci di perdere nemmeno un posto di lavoro. La nostra attenzione continuerà ad essere massima, così come abbiamo dimostrato anche recentemente. Dal Governo e da Berlusconi – ha concluso il Presidente – sono convinto che la Calabria riceverà attenzione e soprattutto quelle risposte che l’area attende da tempo”.