In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Sondaggio Sole 24 Ore, il 55% rivoterebbe il sindaco di Cosenza Perugini

Cosenza Attualità

"Il 55,5 per cento dei cosentini - cioè l'1,7 in piu' rispetto alla maggioranza che nel 2006 lo ha eletto sindaco al primo turno - rivoterebbe per Perugini. E' la risposta data dai cittadini al sondaggio annuale del Sole 24 Ore e che rivela una crescita costante del consenso verso l'operato del Sindaco e dell'Amministrazione comunale. E' un giudizio inequivocabile che, al contrario di chi con un metodo brutale vorrebbe decidere del destino amministrativo del capoluogo, seppellisce il diktat avventato e politicamente inconcludente di un coordinamento provinciale del PD costituito da persone nominate, mai elette da un congresso, che, nel chiuso nelle loro stanze, dimostrano di non essere minimamente in sintonia con l'anima della città". Lo si legge in una nota di Franco Ambrogio, vicesindaco, degli assessori del comune di Cosenza e di altri esponenti della vita politico sociale. "Nonostante il consenso verso i Sindaci sia in calo in tutta Italia, - scrivono - come emerge dai risultati del sondaggio, Perugini e' tra i pochi Sindaci dei capoluoghi italiani, tra i pochissimi del Meridione e l'unico in Calabria a registrare una crescita nel gradimento dei cittadini. Una crescita costante nel tempo e non di poco conto: + 2,5 per cento rispetto allo scorso anno. E' un segno - si legge - dell'apprezzamento dei cittadini per l'azione onesta, trasparente, lineare, tenace, coraggiosa e competente del Sindaco Perugini e dell'Amministrazione da lui guidata, nonostante le gravissime difficolta' attraversate dal sistema dei Comuni soprattutto a causa dei pesanti tagli nelle risorse operati dal Governo. Un'azione che ha richiesto tempi non brevi, ma che i cittadini hanno compreso bene, meglio di qualche politico di periferia. Noi, - cpncludono - che quest'azione l'abbiamo condivisa giorno per giorno con il Sindaco in Consiglio comunale, in Giunta e nei quartieri cittadini, sapevamo che la gente avrebbe capito e apprezzato".