In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

180secondi del 27 settembre 2012

27 settembre 2012, 14:28 180secondi

Traffico internazionale di droga, colpo alle cosche di Lamezia e Cirò Marina

Una importante operazione contro la criminalità organizzata è stata svolta dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Catanzaro e coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia del capoluogo calabrese. Il blitz è stato svolto in varie regioni italiane ed ha portato al fermo di 43 persone ed al sequestro di beni per circa 50 milioni di euro. L’accusa è quella di associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga. Colpiti presunti affiliati alle cosche di ‘ndrangheta.

In Calabria i finanzieri hanno operato nelle zone di Lamezia Terme (Catanzaro) e Cirò Marina (Crotone). I fermati sarebbero coinvolti in un traffico internazionale di Droga. Le indagini sono state coordinate dalla Dda di Catanzaro e hanno interessato anche Lombardia, Lazio, Toscana e Campania.

Aggressione ai carabinieri per impedire l’arresto del boss Abbruzzese, quattro arresti

Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro per avere cercato di impedire l'arresto del boss latitante della 'ndrangheta Celestino Abbruzzese, 65 anni, avvenuto il 6 agosto scorso in località ''Timpone rosso'' a Cassano allo Ionio. Per favorire la fuga del boss, i quattro, accusati di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale, avrebbero aggredito i militari provocando lesioni ad alcuni di loro. Gli arrestati, tutti noti alle forze dell'ordine, sono Leonardo Abbruzzese, 27 anni, Marco Abbruzzese, 31 anni, Salvatore Manieri, 37 anni, e Antonio Pavone, 27 anni. I quattro sono stati portati nel carcere di Castrovillari (Cosenza).

Anci: tavola rotonda sul “Futuro dei Comuni Italiani”

I nodi delle ultime manovre finanziarie, gestione associata obbligatoria delle funzioni e proposte di legge. Questi alcuni dei temi affrontati durante la tavola rotonda “Il futuro dei Comuni Italiani”, alla quale hanno partecipato il presidente della Fondazione Field Mimmo Barile, il sindaco di Pavia e vicepresidente ANCI Alessandro Cattaneo e l’assessore regionale al Bilancio Giacomo Mancini.

Cosenza: al Teatro Rendano và di scena l’Opera di Pechino

Un’esperienza esotica affascinante e particolare quella vissuta al Teatro Rendano con l’Opera di Pechino, una forma d'arte che ha una storia di oltre duecento anni e si presenta agli occhi dello spettatore occidentale immutata nel suo fascino, straordinaria nella capacità evocativa, spettacolare nelle acrobazie. Sintesi di musica, danza, letteratura, arti figurative e arti marziali, l'Opera di Pechino è particolarmente spettacolare nelle scene di combattimento, che richiedono agli attori una grandissima abilità acrobatica e fanno intuire agli spettatori quanto sia lunga e difficile la loro preparazione.