In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

180secondi del 16 luglio 2012

16 luglio 2012, 17:04 180secondi

Blitz contro la cosca Pelle in Calabria e Piemonte, 26 arresti

Operazione “Reale 5”. Traffici illeciti e sostegno ai latitanti

I Carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato, nell’operazione denominata “Reale 5”, 26 persone legate alla ‘ndrangheta nelle sue articolazioni territoriali operanti nei mandamenti ionico, tirrenico e metropolitano della provincia di Reggio Calabria e in Piemonte. Al centro dell'indagine, il circuito di alleanze della cosca Pelle di San Luca per la gestione dei traffici illeciti e sostegno logistico ai latitanti, tra cui il noto boss Antonio Pelle "Gambazza" (arrestato dal Ros nel giugno del 2009). E c’è anche la moglie di quest’ultimo - capo carismatico dell'omonima cosca di San Luca (Reggio Calabria). Dei 26 arresti 9 sono già detenuti per altra causa, due sono stati effettuati in Piemonte, altre 2 persone, invece, sono state condotte agli arresti domiciliari.

‘Ndrangheta. Arrestato a Fiumefreddo Bruzio il super latitante Domenico Polimeni

Arrestate anche la moglie e due figlie. Dalla faida degli anni ’90 alla strage di Oppido

Domenico Polimeni, 69enne di Oppido Mamertina, inserito nella lista dei latitanti pericolosi è stato catturato a Fiumefreddo Bruzio, nel cosentino, dai Carabinieri dello Squadrone eliportato cacciatori Calabria, insieme ai colleghi della Compagnia di Sellia Marina e del Nucleo operativo di Reggio Calabria. Polimeni, che era stato condannato per omicidio e associazione mafiosa ed era latitante dal 1998, è considerato elemento di spicco della cosca di 'ndrangheta Polimeni-Mazzagatti operante a Oppido Mamertina. Sono state arrestate anche la moglie e le due figlie.

Incidente a Montepaone Lido. Un morto ed un ferito

Due cugini travolti da una BMW su un marciapiede

Incidente mortale nella serata di ieri a Montepaone lido. Un giovane è morto e un secondo è rimasto ferito. I due, cugini tra loro, sono stati travolti da una BMW Z3, condotta da un 31enne di Catanzaro, mentre si trovavano sul marciapiede, davanti una gelateria. La vittima si chiamava Raffaele Musolino, 30 anni, di Catanzaro, morto sul colpo. Il cugino Antonio Musolino ha riportato diverse ferite ed è stato portato all’ospedale di Catanzaro, è grave ma non in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Soverato per i rilievi del caso.

Spending review. A Vibo Valentia consiglio congiunto Comune e Provincia

Sindaco Nicola D’Agostino: “ È una scelta scellerata e poco conveniente”

Consiglio provinciale e comunale congiunto questa mattina nella sala consiliare della Provincia di Vibo Valentia con un unico punto all’ordine del giorno, la soppressione dell’Ente. “È una scelta scellerata – sostiene il sindaco della Città Nicola D’Agostino – e poco conveniente in termini di risparmio”. Il presidente della Provincia Francesco De Nisi si appella allo Stato affinché “non abbandoni il territorio con i suoi presidi in una provincia con l’acqua alla gola e in preda alla criminalità organizzata destinata, con i suoi oltre 100 comuni, ad un ulteriore impoverimento ed un progressivo isolamento dal resto del Paese”.

Serie B. Crotone, si ricomincia! Adunata allo stadio e via alla volta del ritiro

Adunata rossoblù stamani. Ed oggi pomeriggio la prima seduta a Moccone

Il Crotone targato Raffaele Vrenna e firmato Massimo Drago, nell’edizione 2012/2013, è partito da oggi. Adunata allo stadio “Ezio Scida” stamattina, alle 8,30, per i rossoblù - in tutto 23 - convocati dal tecnico pitagorico e dopo i canonici prelievi del sangue - seguiti alle visite mediche già effettuate nella settimana scorsa a Roma - la truppa è pronta ad imbarcarsi sul pullman che li accompagna fino a Moccone di Camigliatello, sulla Sila Cosentina, per iniziare il ritiro pre-campionato e dunque lo start della stagione ufficiale.

Isola Capo Rizzuto, bagno di folla per il Meeting del Mare

Il momento clou la consegna del premio a Gigi D’Alessio

Consueto bagno di folla per la XV edizione del 'Meeting del Mare' che si è svolta sabato sera nella cornice del Santuario della Madonna Greca, nell'area marina protetta di Isola di Capo Rizzuto. La serata, che da sempre rappresenta l’apertura della stagione estiva nel Crotonese, è stata condotta da Massimo Proietto e Roberta Morise, che hanno accompagnato il passaggio tra i vari momenti di musica, spettacolo e comicità. Uno dei momenti clou della kermesse è stato la consegna del premio all’atteso Gigi D’Alessio, arrivato in Calabria con un jet privato e che ha intrattenuto il pubblico con le sue canzoni, mandando in visibilio i suoi fan.