In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Crotone-Piacenza, Nicola: “Se giochiamo così contro il Milan prendiamo otto gol!”

13 agosto 2017, 09:10 Trasferta Libera

Si voleva passare il turno e così è stato. Il Crotone vince 2-1 contro un Piacenza che ha lottato fino alla fine e che nel secondo tempo ha creato qualche pericolo sulle ripartenze riuscendo a trovare anche il momentaneo pareggio.


di Cinzia Romano | Trasferta Libera

Mister Nicola in conferenza stampa si ritiene soddisfatto per aver raggiunto l'obiettivo prefissato e per le tante occasioni da gol che si sono create, ma ha molto da rimproverare alla squadra rea di non aver compiuto al meglio il proprio lavoro in fase difensiva.

“Se giochiamo così contro il Milan prendiamo otto gol!” Con queste parole sottolinea la mancanza di aggressività e di attenzione nei comportamenti di reparto, i tanti errori individuali e un po' di sufficienza. Manca ancora un po' di precisione in attacco, si poteva chiudere il primo tempo con qualche gol in più di vantaggio.

Essere più cinici è fondamentale in serie A dove le occasioni nell'arco di una partita non saranno sicuramente così numerose come quelle di questa gara. In evidenza un Barberis sempre pericoloso sui calci piazzati che pennella un cross perfetto sulla testa di Ceccherini a cui soffia la soddisfazione del gol Trotta che tocca col piede la palla, quasi sulla linea di porta.

Domenica inizia il campionato e c'è ancora molto da lavorare, attendendo il completamento della rosa questa settimana sarà importante per lavorare bene e sodo in attesa della prima giornata.

Nicola dimostra subito la sua ricerca maniacale della perfezione con questi nuovi ragazzi a disposizione, che hanno dimostrato già un'identità di squadra ben definita, ma che per raggiungere la seconda impresa salvezza hanno ancora tanto da percorrere.

Tra i nuovi arrivati alcuni non hanno giocato molto nella stagione precedente, mentre altri devono conoscere meglio il campionato italiano, ma con umiltà, impegno quotidiano e sacrificio si può diventare una squadra solida e competitiva per raggiungere nuove mete importanti.