In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Agricoltura: Trematerra ha incontrato beneficiari misure Psr

Catanzaro Attualità

Si è tenuto al Dipartimento regionale Agricoltura a Catanzaro un incontro tra l’Assessore Michele Trematerra, i dirigenti del dipartimento ed i titolari dei progetti relativi alle Misure 124 e 214 azione 6 del PSR Calabria 2007/2013, rispettivamente “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale” e “Progetti comprensoriali per la salvaguardia del patrimonio genetico regionale”. Un incontro – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – fortemente voluto dall’Assessore Trematerra, con lo scopo di condividere e dare la massima diffusione ai progetti realizzati, grazie al contributo del PSR Calabria, nel campo della ricerca in agricoltura e della salvaguardia della biodiversità. Trematerra ha illustrato l’iniziativa della realizzazione di un catalogo multimediale ed una piattaforma on-line sul sito www.calabriapsr.it, nati per raccogliere i contributi scientifici forniti dai beneficiari.

“Abbiamo inteso organizzare questo incontro – ha affermato Trematerra – per promuovere la creazione di una vera e propria rete tra Regione, imprenditori, mondo scientifico e della ricerca e Università. Una rete che faccia della condivisione e della divulgazione dei progetti realizzati nell’ambito delle Misure 124 e 214 azione 6, ma anche di altre misure del PSR, e soprattutto dei risultati ottenuti, il suo scopo principale. Riteniamo infatti che gli esiti delle ricerche e dei progetti, per avere delle reali ricadute sui nostri territori, e per qualificare nella giusta maniera la spesa di questo dipartimento, debbano essere di dominio pubblico e costituire un patrimonio di informazioni sempre a disposizione di tutto il mondo rurale calabrese. Bisogna cambiare atteggiamento rispetto al passato – ha concluso l’Assessore – e spendere i soldi comunitari non solo per eludere il rischio di disimpegno, ma per investire realmente sulle potenzialità dei nostri territori”.

“Questo incontro – ha precisato invece l’Autorità di Gestione del PSR Alessandro Zanfino – è preparatorio rispetto alla nuova programmazione e propedeutico ad altre iniziative di questo dipartimento. Il senso vuole essere quello di dare la giusta rilevanza a due misure di nicchia che però sono di fondamentale importanza sia per il PSR Calabria, considerata anche la loro notevole dotazione finanziaria, circa 15 milioni di euro, che per la Comunità Europea, la quale ha indicato tra le sue priorità proprio la ricerca, l’innovazione e la valorizzazione del patrimonio genetico dei territori. Abbiamo intenzione di raccogliere le vostre considerazioni e i vostri contributi – ha affermato l’Adg, rivolgendosi ai beneficiari presenti, ai quali ha spiegato anche le modalità per aderire all’iniziativa, che sono consultabili sul sito www.calabriaprsr.it – per creare un portale informatico di condivisione dei progetti e dei risultati, che non devono rimanere, come in passato, di dominio solo dei beneficiari. Un modo anche per raccogliere i frutti di quanto abbiamo seminato negli ultimi anni e per mostrare ancora una volta all’Europa, se ce ne fosse bisogno, la qualità della spesa del PSR Calabria”.

“Miriamo a creare un tassello di informazione duraturo – ha sottolineato il Dirigente Generale Giuseppe Zimbalatti – che possa fare in modo che l’attività di ricerca venga adeguatamente divulgata. Per fare ciò, però, dovrà necessariamente venire fuori la capacità di aggregazione dell’agricoltura calabrese, tra istituzioni e privati. Per il resto – ha concluso Zimbalatti – invito tutti a leggere attentamente le graduatorie relative a queste due misure, dalle quali si evince l’enorme quantità di idee, progetti e tematiche relative alla ricerca ed alla tutela della biodiversità e dei soggetti a vario titolo interessati”. Durante l’incontro sono stati già diversi gli spunti forniti dai beneficiari, che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa dell’Assessore Trematerra.