In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

elezioni 2014

Turismo: Vescovo Rossano, va lanciato un grido di allarme

Cosenza Attualità

"All'inizio del periodo estivo, tempo di vacanza e di riposo, voglio rivolgere il mio saluto affettuoso a tutti coloro che scelgono di vivere in questo nostro territorio le proprie vacanze, ai tanti nostri emigrati che rientrano presso i propri affetti familiari, e a tutti gli operatori turistici della nostra terra". Lo afferma il vescovo di Rossano-Cariati, monsignor Santo Marcianò. "Un saluto particolare - aggiunge - lo rivolgo a tutti coloro per i quali il tempo estivo è occasione per trovare un'occupazione lavorativa seppure temporanea o precaria. In questo tempo di difficoltà economica, il turismo per la nostra terra è una preziosa opportunità per la creazione di posti di lavoro. Ogni giorno accolgo con sofferenza le richieste e gli sfoghi di decine di giovani alla ricerca di una onesta occupazione; è in quei momenti che, con grande amarezza, osservo che il turismo rischia di essere un'occasione persa per la nostra Calabria. Se guardo al nostro territorio (Sibaritide e dintorni) constato la pesante carenza di infrastrutture: la mancanza di autostrade, di treni, di aeroporti è un handicap che tarpa le ali alle attese di un territorio dotato di enormi potenzialità.

A ciò si aggiungono altri problemi quali: la devastazione del territorio dovuta alla piaga vergognosa degli incendi boschivi che in questo tempo sfigurano le nostre splendide montagne; la crisi nella gestione dei rifiuti che rischia di compromettere l'immagine delle nostre città oltre che la vita degli stessi cittadini; lo stesso mare, che è il nostro tesoro, è spesso violato da abusivismo edilizio, depuratori difettosi, scarichi fognari. È un grido di allarme quello che va lanciato - sottolinea monsignor Marciano' - consapevoli che accanto alle responsabilità politiche vi sono le responsabilità di singoli cittadini talvolta colpevoli di scarso senso civico. Alla politica chiediamo che la priorità del lavoro sia nel cuore e nelle preoccupazioni di tutti attraverso scelte precise e investimenti mirati; ai cittadini chiedo che vengano rifiutate logiche di illegalità e di inciviltà affinché la nostra terra si affranchi da stili di vita sbagliati. Con questa preoccupazione nel cuore, ma anche con tanta speranza - conclude il vescovo - a tutti auguro di poter vivere giorni sereni in famiglia e tra gli amici". (AGI)