Sedicenne accoltellata e bruciata: mamma, Fabiana voleva vivere

Cosenza Cronaca

"Fabiana aveva voglia di vivere, avrebbe voluto essere anche oggi con voi. Tutti le volevano bene, soltanto uno le ha voluto male". Dal balcone della sua casa, la mamma di Fabiana Luzzi, la sedicenne accoltellata ed uccisa dal suo fidanzato, si è rivolta agli studenti che questa mattina hanno sfilato per le vie di Corigliano per manifestato il loro dolore per la tragedia.

Le scuole, in città, stamani sono rimaste chiuse. I ragazzi, quelli che conoscevano personalmente Fabiana, ma anche coloro che non l'hanno conosciuta personalmente, hanno fatto sentire il loro affetto per la famiglia della giovane vittima. "Ora - ha detto la signora Luzzi, che stamani ha ricevuto la visita del vescovo, mons. Santo Marciano' - chiedo giustizia". (AGI)

h 16:25 | L'Aula della Camera ha osservato un minuto di silenzio in memoria di Fabiana Luzzi. A chiedere un ricordo della giovane "e di tutte coloro che come lei sono state uccise" è stata la presidente, Laura Boldrini.

h 18:09 | "È una tragedia che colpisce tutti ed è un momento in cui dobbiamo sentire forte la solidarietà". Lo ha detto Mons. Santo Marcianò, vescovo di Rossano-Cariati, che oggi ha fatto visita ai genitori della sfortunata Fabiana Luzzi, uccisa barbaramente, accoltellata e arsa viva. "I genitori l'hanno definita fiore del loro giardino - ha detto Marcianò - e credo che questa tragedia ci impone di riflettere sull'educazione e sui valori. È un momento difficile in cui bisogna puntare sull'umano - ha detto ancora Marcianò - e faccio un appello ad istituzioni, famiglie, chiesa: dobbiamo impegnarci nell'educazione. I piccoli hanno bisogno di punti di riferimento. Questa è la rivoluzione da fare", ha concluso il vescovo.

19:16 | "Lo hanno visto anche il giorno del fatto: lui era davanti alla scuola, le tirava delle pietre". Lo racconta un compagno di scuola di Fabiana Luzzi, la ragazza uccisa a Corigliano Calabro da Davide M., il diciassettenne con la quale usciva. "Lui, all'uscita, poi l'ha fatta salire con la forza sul suo motorino. Lei era una ragazza solare e vivace", ha raccontato il ragazzo.

Fabiana Luzzi, è stata colpita con numerose coltellate, forse una ventina, dal fidanzato Davide M., che poi l'ha uccisa dandole fuoco. È quanto emerge dall'autopsia sul corpo della ragazza. Le coltellate hanno ferito la sedicenne al torace e alle spalle, alcune sono state profonde, ma nessuna mortale. Questi primi dati dell'esame autoptico, quindi, confermano che quando è stata data alle fiamme Fabiana era ancora viva.

h 19:29 | L'autopsia effettuata oggi ha già consentito la restituzione alla famiglia del cadavere di Fabiana Luzzi per i funerali che si svolgeranno domani alle 16.30 non più nella chiesa cittadina dei Testimoni di Geova, che è la religione della quindicenne uccisa dal fidanzato, ma nel palazzetto dello sport cittadino messo a disposizione dal Comune per consentire un'ampia partecipazione della città che già stamattina è scesa in piazza addolorata per quanto accaduto. Domani, in occasione delle esequie, sarà dichiarato il lutto cittadino.

44 notizie correlate