Caso Fallara: udienza davanti al Gup rinviata al 20 luglio

Reggio Calabria Cronaca

Questa mattina ha avuto inizio l'udienza innanzi al gup Antonio Laganà, chiamato a decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla Procura della Repubblica nei confronti dell'ex sindaco di Reggio Calabria, l'attuale presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, e dei tre componenti del collegio dei revisori dei conti del Comune, Domenico D'Amico, Ruggero Alessandro De Medici e Carmelo Stracuzzi.

L'accusa per i quattro, a vario titolo, è di falso ideologico in atto pubblico e abuso d'ufficio, nell'ambito dell'inchiesta in merito alle somme, per un ammontare di circa 750 mila euro, che l'ex dirigente dell'Ufficio finanze, Orsola Fallara, morta suicida nel dicembre 2010, si sarebbe autoliquidata per il suo incarico in Commissione tributaria. Il Comune di Reggio Calabria quest'oggi si è costituto parte civile.

Subito dopo il gup ha dato la parola all'ufficio di Procura, rappresentato dal pm Sara Ombra, che ha depositato, chiedendone l'acquisizione, cinque delibere della Corte dei Conti contenenti rilievi mossi al comune sui bilanci del 2006 e del 2009. Su richiesta del difensore di fiducia del governatore Scopelliti, l'avv. Aldo Labate, cui hanno aderito tutti gli altri difensori, il gup ha rinviato l'udienza al prossimo 20 luglio, per dar modo alla difesa di studiare le delibere della Corte dei Conti, ed eventualmente produrre a sua volta le risposte del Comune.

49 notizie correlate