In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Regione: Comitato Sorveglianza Por, Stillitani “ottimi risultati”

Vibo Valentia Attualità

Si è riunito questa mattina a Vibo Valentia, all’hotel “501”, il Comitato di sorveglianza per discutere sullo stato di attuazione del POR Calabria FSE 2007-2013. I lavori, coordinati dall’Autorità di gestione Bruno Calvetta, sono stati introdotti dall’assessore regionale al Lavoro, formazione professionale e politiche sociali, Francescantonio Stillitani, il quale - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta - ha messo in evidenza il risultato ottenuto dalla Regione Calabria in termini spesa dei fondi comunitari. “Un dato ottimo – ha affermato Stillitani - comprovato anche dal confronto con le altre regioni obiettivo 1, dal quale si evince che la Calabria si attesta al primo posto con un 25,4% di spesa, seguita dalla Puglia con 20,5%, Sicilia con 16,5 e la Campania con 13,7. Il contenuto dei bandi emanati – ha aggiunto – confermano inoltre la filosofia dell’amministrazione regionale che, fin dall’inizio, si è posta come principale obiettivo, non solo quello di spendere le risorse, ma di spenderle in maniera produttiva”.

Dai dati presentati durante la riunione del Comitato di sorveglianza si evince come la Calabria sia passata da una spesa di 63,31 milioni di euro, certificata il 17-06-2010, a 218 milioni di euro certificati al 31-12-2011. “Segno tangibile – ha sottolineato l’assessore Stillitani - che abbiamo operato bene. Un lavoro che ha fatto si che la Calabria sia prima in termini di spesa dei fondi comunitari FSE. Un risultato raggiunto anche grazie alla fattiva collaborazione dell’Autorità di gestione Calvetta, di tutti i dirigenti di settore e di tutti i funzionari del Dipartimento 10. Quello che è certo – ha rimarcato Stillitani – è che non ci fermeremo qui. Abbiamo già speso gran parte dei fondi a nostra disposizione ed oggi presenteremo una rimodulazione delle risorse ancora disponibili. Risorse pari a circa 130 milioni di euro, da rastrellare nei vari assi che utilizzeremo per raggiungere uno degli obiettivi prioritari di questa amministrazione regionale, ovvero quello di creare nuova occupazione giovanile. A tal proposito metteremo in campo tutta una serie di interventi che ci permetteranno di creare quanta più occupazione possibile in Calabria”. Per l’assessore Stillitani è altresì “necessario prestare particolare attenzione al partenariato, che deve continuare ad essere un punto di riferimento dell’amministrazione regionale nella scelta delle attività da programmare e nelle modalità di attuazione”. Stillitani ha anche rivolto il suo apprezzamento per il lavoro svolto dalle organizzazioni sindacali “che - ha detto - senza mai assumere un atteggiamento di contrarietà pregiudiziale, hanno aiutato l’assessorato al lavoro nelle proprie scelte operative”.

Nel corso della riunione, Calvetta e i responsabili di asse hanno esposto i risultati ottenuti e le attività programmate. Sono seguiti poi i numerosi interventi dei componenti del partenariato, alcuni dei quali, ciascuno per la propria competenza, pur apprezzando il lavoro svolto dall’assessorato hanno evidenziato alcune criticità nell’operato della Regione e proposto nuove attività. In generale, gli interventi di tutti i partecipanti hanno evidenziato l’ottimo risultato, in termini di capacità di spesa, raggiunto dalla Regione Calabria ed in particolare è stato chiesto, soprattutto dalle organizzazioni sindacali, di essere maggiormente coinvolti nelle scelte che dovranno essere attuate in relazione all’annunciata riprogrammazione delle risorse FSE ancora disponibili. All’incontro di oggi, sono inoltre intervenuti: Michel Laine, capo Unità DG (Occupazione della Commissione Europea), Maurizio Pulcianese, desk Regione Calabria (DG occupazione della Commissione Europea), rappresentanti della Commissione Europea, i quali hanno confermato le relazioni svolte dai dirigenti di settore e dall’Autorità di gestione.