In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Operazione Terminator a Cosenza, i nomi degli arrestati

Cosenza Cronaca
25 notizie correlate

Sono state le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia a dare un notevole contributo alle indagini che hanno portato ai 18 arresti di questa mattina a Cosenza, in un'operazione interforze coordinata dalla Dia di Catanzaro. In particolare è stato utile il contributo di Angelo Colosso. Degli episodi di omicidio contestati (Vittorio Marchio, Enzo Pelazza, Antonio Sassone) hanno parlato nel corso del processo “Terminator 3”, di cui l'operazione di questa mattina costituisce l'ultima fase, anche l'ex contabile della cosca Vincenzo Dedato, Francesco Amodio e Luigi Paternostro.

È stata fatta luce su diversi episodi di estorsione e usura, e degli omicidi di Vittorio Marchio avvenuto nel 1999, di Enzo Pelazza ucciso nel gennaio 2000 e di Antonio Sassone nel giugno 2000 a Sibari. Ad illustrare i dettagli dell’operazione Terminator in conferenza stampa il procuratore aggiunto di Catanzaro Giuseppe Borrelli e il procuratore capo Vincenzo Antonio Lombardo, secondo cui il condizionamento della cosca Lanzino-Ruà-Cicero sarebbe stato talmente pressante da portare alcuni personaggi che gravitano attorno all'organizzazione criminale a segnare le schede elettorali per essere sicuri del voto. Gli inquirenti hanno sottolineato che da parte delle vittime c'è stata poca collaborazione. I nomi dei politici indagati nell’operazione odierna sarebbero stati intercettati in alcune conversazioni tra Di Puppo e altri degli arrestati in cui si chiedeva di dare loro il voto.

I soggetti finiti in manette sono affiliati alla cosca Lanzino di Cosenza, tra loro, i latitanti più pericolosi, si tratta di Ettore Lanzino (56 anni) e Franco Presta (51), ricercati da tempo dalle forze dell'ordine. In manette anche Francesco Patitucci (50) ritenuto il reggente della cosca, Simone Andretti (41), Salvatore Ariello (37), Biagio Barberio (37), Domenico Cicero (54), Giovanni Di Puppo (38), Michele Di Puppo (47), Luigi Gagliardi (38), Mario Gatto (42), Luigi Gaudio (55), Walter Gianluca Marsico (44), Giuseppe Perri (55), Mario Piromallo (44), Roberto Porcaro (27), Costantino Scorza (55).