Operazione “Perseo”: dissequestrati beni confiscati a presunti affiliati clan

Catanzaro Cronaca

Numerosi immobili e rapporti bancari sequestrati nell’ambito dell’operazione “Perseo”(QUI) tornano ai loro legittimi proprietari.

La decisione è stata presa dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Catanzaro che ha rigettato le richieste di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno e confisca dei beni nei confronti di Luigi Trovato avanzata dalla Procura antimafia.

Oltre allo stesso Luigi Trovato, la confisca dei beni aveva colpito anche Antonio Trovato, Monica e Sabrina Cimino.

Il Tribunale, presieduto dal giudice Valea, ha quindi accolto le argomentazioni e le produzioni probatorie proposte dai difensori, gli avvocati Francesco Gambardella e Antonio Larussa per i Trovato e Monica Cimino; l’avvocato Giuseppe Spinelli per Sabrina Cimino.

24 notizie correlate