‘Ndrangheta a Taurianova, processo “Terramara-closed”: chiesti 362 anni di carcere

Reggio Calabria Cronaca

Trentadue condanne per 362 anni di carcere e tre assoluzioni. È la richiesta del pm della Dda di Reggio Calabria al termine della sua requisitoria nell’ambito del processo con rito abbreviato nato dall’inchiesta “Terramara-Closed” sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel tessuto economico-politico e sociale di Taurianova.

La condanna è per i presunti capi e gregari affiliati ai clan Zagari-Fazzalari-Viola, Maio e Sposato. Rischia dieci anni di reclusione l’ex sindaco Domenico Romeo.

La maxi inchiesta, partita nel 2012 e terminata nel 2016, è stata focalizzata sulle dinamiche delle cosche di ‘ndrangheta attive a Taurianova.

In particolare, le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria, con i colleghi del Commissariato di Cittanova, avrebbero consentito di individuare sia gli aspetti strutturali sia quelli operativi del presunto gruppo mafioso degli Sposato.

Famiglia che, secondo l’accusa, avrebbe ampia autonomia di movimento e graviterebbe nella cosca “madre” degli Zagari-Viola-Fazzalari, così come sarebbe emerso nell’ambito della nota operazione “Taurus”.

Gli Sposato si sarebbero imposti nel mondo imprenditoriale, per lo più nell’edilizia, condizionando l’assegnazione degli appalti. Secondo la Dda sarebbero state “acclarate le infiltrazioni nel Comune di Taurianova”.

Queste le richieste di condanna della Procura antimafia di Reggio Calabria al gup distrettuale: Domenico Antonio Fazzalari 10 anni, Michele Fazzalari 15 anni, Salvatore Fazzalari (classe ’67) 24 anni, Salvatore Fazzalari (classe ’86) 14 anni, Salvatore Fazzalari (classe ’42) 18 anni, Domenico Fazzalari (classe ’74) 20 anni, Carmelo Maiolo 15 anni, Carmelo Zagari 18 anni, Giuseppe Naso 6 anni, Domenico Rettura (classe ’66) 8 anni, Rosa Zagari 12 anni, Italia Zagari 8 anni, Leonardo Melidona 12 anni, Michele Muratore 8 anni, Agostino Canfora 10 anni, Agostino Condomitti 14 anni, Luana Bongiovanni 8 anni, Emanuele Faliero 12 anni, Giuseppe Talotta 12 anni, Rocco Lazzaro 16 anni, Francesco Avati 8 anni e sei mesi, Domenico Moscato 6 anni e sei mesi, Giuseppe Sposato 16 anni, Giovanna Sposato 3 anni, Antonio Taverna 10 anni e quattro mesi, Domenico Mezzatesta 6 anni, Domenico Romeo 10 anni, Antonio Romeo 12 anni, Massimo Zito 3 anni, Gianfranco Caridi 3 anni, Martino Fazzari 7 anni e otto mesi, Paolina Fusco 7 anni e otto mesi, Salvatore Valenzise 7 anni e otto mesi.

Richieste di assoluzione invece per Giuseppe Rettura, Giuseppe Ascone e Agostino Startari.