‘Ndrangheta: latitante legato alla cosca Iannazzo arrestato a Lamezia

Catanzaro Cronaca

Gli uomini della Squadra Mobile di Catanzaro e del Commissariato di Lamezia Terme, hanno arrestato il latitante 44enne Francesco Costantino Mascaro, colpito da un’ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa, nel febbraio scorso, dal Tribunale di Catanzaro.

L’uomo, ricercato dal 13 marzo scorso, è stato rintracciato a Lamezia venerdì scorso. Destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere non era stato rintracciato e si era reso irreperibile. Da allora, sono state intensificate le indagini, anche con con mezzi tecnici.

Il 9 luglio scorso Mascaro è stato condannato a 8 anni e 2 mesi di reclusione (LEGGI) poiché ritenuto legato alla cosca Iannazzo, attiva nella città della Piana, in quanto uomo di fiducia di Pietro Iannazzo, 43 anni, con compiti di “compartecipazione” alle attività estorsive e di detenzione e trasporto di armi.

L’ormai ex latitante era già stato arrestato a maggio del 2015 nell'ambito dell'operazione “Andromeda” portata a termine contro la cosca Iannazzo, Cannizzaro, Daponte (LEGGI).

LE INDAGINI

l’intensa attività investigativa messa in campo su impulso della Procura Generale della Repubblica di Catanzaro, e coordinata dalla Dda, diretta da Nicola Gratteri, ha permesso di scovare il ricercato dopo 8 mesi dall’emissione dell’ordinanza di ripristino della misura cautelare in carcere, ma, all’atto dell’esecuzione, Mascaro non era stato rintracciato rendendosi irreperibile anche a ricerche successive.

Il 15 giugno di quest’anno la Corte D’assise d’Appello del capoluogo calabrese, su richiesta della Procura Generale della Repubblica, ha emesso un decreto di latitanza.

23 notizie correlate