Operazione Stige, demoliti chioschi abusivi a Strongoli: apparterrebbero al clan

Crotone Cronaca

Due chioschi, sequestrati a seguito dell’operazione Stige, sono stati demoliti questa mattina a Strongoli, nel crotonese.

Le strutture, che si ritiene riconducibili alle cosche dei Giglio, sono state sequestrate a seguito dell’inchiesta che ha messo in luce il potere della cosca Faro-Marincola di Cirò e delle altre organizzazioni affiliate, con pesanti infiltrazioni nelle amministrazioni comunali della provincia pitagorica.

La demolizione, avviata all’alba e terminata qualche ora dopo alla presenza dei carabinieri e del commissario straordinario di Strongoli, Umberto Pio Campini, sono state coordinate dagli Amministratori giudiziari ai quali sono stati affidati i beni riconducibili alla famiglia Giglio, dopo i sequestri della Procura.

I due chioschi erano posizionati uno al centro di Strongoli e l’altro sul lungomare della frazione Marina.