Scorta madre coraggio: Prefettura, già disposta tutela

Vibo Valentia Cronaca

"La Prefettura di Vibo Valentia ribadisce che nei confronti della signora Rosaria Scarpulla sono state immediatamente adottate le misure tutorie ritenute congrue dal Comitato per l'Ordine e la Sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto". È quanto si legge in una nota diffusa dalla stessa Prefettura dopo la presentazione di una denuncia da parte del legale della donna(LEGGI), madre di Matteo Vinci, assassinato il 9 aprile scorso a Limbadi con lo scoppio di una bomba collocata sotto la sua auto(LEGGI). Nell'esposto presentato stamane, il legale denuncia la mancata assegnazione della scorta alla sua assistita.

"Si evidenzia - continua il comunicato- che al Ministro dell'Interno non compete l'adozione delle misure tutorie che, si ripete, vengono disposte in sede di Comitato per l'Ordine e la Sicurezza pubblica. Si continua a seguire con particolare attenzione - si precisa infine - gli sviluppi della vicenda".

22 notizie correlate