Operazione Nemea, in nove restano in carcere. Scacco al clan Soriano

Vibo Valentia Cronaca

Nove ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Vibo Valentia, su indicazione della Dda di Catanzaro, nei confronti di altrettante persone considerate esponenti di vertice del clan “Soriano” di Arzona-Pizzinni di Filandari.

La recente operazione denominata “Nemea (LEGGI) avrebbe azzerato i vertici del clan determinando l’arresto anche di vari sodali affiliati alla ‘ndrina di Pizzinni, ritenuti colpevoli di aver messo in atto una vera strategia del terrore per riacquisire il controllo criminale della zona di Filandari.

Le misure di oggi hanno confermato dunque la sussistenza delle esigenze cautelari tali da disporre la permanenza in carcere per tutti i soggetti già destinatari di fermo.

Il gip di Catanzaro ha emesso inoltre, una ulteriore misura cautelare in carcere nei confronti di Gaetano Soriano, fratello di Leone, accusato di detenzione e traffico di droga in concorso con gli altri sodali.