Calcio. Prima Categoria, il Morrone batte il Bianco e trionfa in Coppa Calabria

Calabria Sport
La formazione del Morrone

Finisce 4-1 per la Morrone la finale della Coppa Calabria, manifestazione riservata alle società partecipanti al campionato di Prima Categoria.

Sul sintetico del “Riga” di Sant'Eufemia”, in una giornata dalle condizioni climatiche avverse e con un terreno di gioco che non ha consentito di giocare la palla al meglio delle possibilità, la squadra cosentina ha saputo sfruttare meglio le occasioni, soffrendo nei momenti giusti e riuscendo a spuntarla nella seconda parte di gara, con il Bianco costretto anche all'inferiorità numerica per l'espulsione dell'attaccante Panaja per proteste.

Cinquanta secondi e la squadra di mister Spinelli trova il vantaggio fulmineo: calcio d'angolo di capitan Granata e stacco imperioso di Benny Rocca, che gira di testa in rete un crosso pennellato.

La rete immediata spezzerebbe le gambe a qualsiasi squadra, ma il Bianco prova ugualmente a giocare la propria gara e riesce a trovare il pari al ventunesimo minuto quando Salvatore Morabito lancia Panaja ostacolato in area da Rocca, l'arbitro Tundo di Paola non ha dubbi ed assegna il calcio di rigore.

Dal dischetto si presenta lo stesso Panaja che spiazza Fabiano rimettendo in equilibro il parziale e le sorti della gara. La Morrone tiene in mano il pallino del gioco con trame che coinvolgono tutti gli interpreti, sinceramente molto bello e fluido da vedere; il Bianco cerca di spezzare il gioco e nelle ripartenze è seriamente pungente con i due Morabito e, soprattutto, con il bomber Bartolo Versace che, pochi minuti dopo il pari, sfiora il gol del raddoppio.

Il numero sette biancoblu, scattato sul filo del fuorigioco salta Fabiano in uscita e calcia nella porta sguarnita, fondamentale la disperata scivolata di Rocca, che evita la rete salvando si suoi e mandando la sfera in calcio d'angolo.

Nella parte finale del primo tempo si abbassano i ritmi ed il direttore di gara fischia più volte diversi falli di gioco che si susseguono, il risultato non cambia e si va, dunque, al riposo sull'1-1.

IL SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo tante potenziali occasioni da rete, il Bianco ne ha due clamorose con Panaja, che a giro dal vertice destro spedisce di poco a lato e con Vitetta che, di testa, per poco non centra il bersaglio grosso.

Dopo una fase di sofferenza, pero, la Morrone esce fuori come spesso capita nei secondi 45' di gioco e colpisce con il re dei bomber Cristian Casciaro che, ricevuta la sfera nel cuore dell'area, fulmina Primerano sul suo palo, una rete da vero attaccante d'area di rigore.

A questo punto il nervosismo inizia a serpeggiare ed a farne le spese è il numero undici reggino Panaja che, già ammonito per proteste nel primo tempo, prosegue nella sua discussione costante con l'arbitro Tundo che, dopo l'ennesimo avvertimento, lo manda sotto la doccia sventolandogli il cartellino rosso.

Verosimilmente la gara degli ionici termina qui, una gara gagliarda ed intelligente, che vive il suo epilogo definitivo quando, ancora Casciaro, batte Primerano con un diagonale che non concede repliche.

Sul risultato di 3-1 la Morrone gioca a memoria come è solita fare ed il Bianco molla la presa, e da qui nasce la quarta rete di Bugliari che, sotto misura, ribadisce in rete dopo un batti e ribatti nell'area piccola.

Gli ultimi dodici minuti sono di pura accademia, le due squadre in pratica si fermano e la Morrone può esultare al triplice fischio finale: la Coppa Calabria è granata.

Onore alla squadra cosentina, matricola terribile nonché squadra che merita sicuramente la Promozione, con interpreti di categoria superiore e due, tre calciatori di una classe sublime per la categoria (Granata, Fabio e Casciaro su tutti); il Bianco, forse punito oltre i propri demeriti, ha pagato certamente l'inferiorità numerica maturata sull'1-2 ed il non aver capitalizzato le occasionissime capitate sui piedi dei vari B. Versace e Panaja.

IL TABELLINO

  • Morrone-Bianco 4-1
  • Morrone: Fabiano, Granata, Bacilieri, R. Prete, Casciaro, Fabio, Esposito, Morrone, Bugliari, Rocca, A. Prete. A disp: Lorè, Filidoro, Conforti, Corrao, Nicoletti, Urso, Merenda. All. Spinelli
  • Bianco: Primerano, Strati, Gobbatto, Vitetta, L. Versace, Romeo, B. Versace, Criaco, S. Morabito, G. Morabito, Panaja. A disp: Spadola, Gelonese, Terranova, Commisso, Bruzzaniti, Trimboli, Strati. All. Criaco
  • Arbitro: Tundo di Paola Assistenti: Condò (Taurianova) Di Iorgi (Vibo V.)
  • Note: espulso al 26' st Panaja (B) per proteste