In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Rapina ragazzo minacciandolo con una bottiglia di vetro, arrestato

Cosenza Cronaca

Nella nottata di ieri i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro hanno arrestato un marocchino responsabile di rapina aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Il fatto è accaduto sul lungomare di Schiavonea nella tarda serata di ieri, è stata la stessa vittima, un ragazzo, a chiamare la Centrale Operativa per avvertire di aver subito una rapina da parte di uno sconosciuto che gli ha sottratto il portafogli minacciandolo con una bottiglia di vetro in frantumi.

Il giovane ha fornito una descrizione dettagliata del rapinatore e, i militari, avviate da subito le ricerche hanno trovato l’aggressore in una via buia della Frazione di Schiavonea, mentre tentava di nascondersi.

Due militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Corigliano Calabro intervenuti per primi, hanno rintracciato e bloccato l'uomo e con non poca difficoltà. Il rapinatore infatti, vistosi scoperto, ha tentato di divincolarsi, colpendo ripetutamente un militare per poi essere immobilizzato grazie all'intervento del secondo carabinieri.

La perquisizione ha permesso di trovargli addosso i documenti della vittima che ha cercato di giustificare dicendo che erano suoi. Portato in caserma ed identificato, dopo gli accertamenti esperiti nelle banche dati in uso alle Forze di Polizia, K. H., marocchino, con precedenti di polizia è stato arrestato in flagranza per i rapina aggravata dall’uso di un’arma, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato portato nella Casa Circondariale di Castrovillari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, così come disposto dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, coordinata da Eugenio Facciolla.

Il materiale trovato addosso all’arrestato è stato restituito alla vittima.