In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Caso Roccisano, arriva la solidarietà dell’assessore di Bagnara

Calabria Attualità

Grazie Federica per il rinnovamento che hai dato all’essere istituzione, non chiusa nelle irraggiungibili stanze, ma aperte a chiunque, sei stata un Assessora di strada, tra la gente, preferendo alla fredda scrivania, il rapporto umano”. Sono le parole accorate dell’assessore alle politiche sociali di Bagnara Calabra, Silvana Ruggiero, rivolte a Federica Roccisano, l’ex assessore regionale revocata dal presidente della Regione.

La Ruggiero, che esprime viva solidarietà, parla quindi del ruolo dell’assessore affermando che “una delle grandi innovazioni che ha apportato nel fare politica, era quello di istituire tavoli di incontri, per capire meglio i bisogni di un mondo per troppo tempo dimenticato o ricordato solo nelle varie campagne elettorali. Federica Roccisano non ci lascia solo la Riforma del Welfare attesa da ben 17 anni, ma ci lascia una testimonianza che fare politica per e con la gente è possibile”.

La Ruggiero parla quindi delle motivazioni che l’hanno spinta a entrare in politica e che le ha fatto credere a un modo diverso di fare politica. Come quello che per la Ruggiero è stato portato avanti dalla Roccisano: “è stato proprio questo suo modus operandi che mi ha fatto credere che esiste una politica umana, fatta col cuore. Ecco da dove nasce il mio impegno politico, da quel credere che se si vuole si può fare politica per far cambiare le cose, che la politica è oltre, molto oltre che “merda e sangue”, è anche amore per quello che si fa, è gratificazione nel mettersi al servizio degli altri. Più che solidarietà, devo all’ex assessora gratitudine e per ringraziare mi rivolgo in prima persona: Non c’è angolo della nostra terra che non ha gioito del tuo sorriso, che non è stato confortato dalle tue parole, che non ha ricevuto forza dalla tua determinazione”.