In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Regione: nuovi bandi startup, spin-off e Poli di innovazione

Calabria Attualità

"Oggi presentiamo due bandi che si inseriscono in una strategia di fondamentale importanza perché su questo terreno si gioca la sfida del futuro per le imprese calabresi". Lo ha il detto il Presidente della Giunta Mario Oliverio durante la conferenza stampa che si è svolta nella sala Oro della Cittadella regionale per la presentazione di due nuovi bandi relativi a startup e spin-off e ai soggetti gestori dei Poli di innovazione.

All’incontro hanno anche preso parte il vicepresidente di Fincalabra Giuliana Barberi, il dirigente generale del Dipartimento programmazione nazionale e comunitaria Paolo Praticò e il dirigente del settore ricerca scientifica e innovazione tecnologica del Dipartimento presidenza Menotti Lucchetta che ha tra l’altro illustrato i nuovi avvisi e i risultati del bando ricerca e sviluppo.

"L’innovazione - ha aggiunto Oliverio - è una delle grandi sfide su cui dobbiamo concentrarci se vogliamo che la capacità produttiva di questa terra inneschi un meccanismo virtuoso e trainante per tutto il sistema economico e sociale calabrese. Una priorità, nell’articolato sistema di interventi che mettiamo in campo per lo sviluppo della Calabria, che sosteniamo anche attraverso questo bando che destina oltre 32,6 milioni di euro per attività di animazione, tutoraggio e accompagnamento delle imprese e per la valorizzazione delle infrastrutture di ricerca territoriali, tra cui i laboratori di ricerca.

Appena insediati, abbiamo definito con chiarezza obiettivi precisi nella programmazione Por. Ora siamo a un passaggio importante. Dei 210 milioni di euro che abbiamo destinato all'innovazione, ricerca e imprese, ne abbiamo impegnati 105 milioni. Risorse di fondamentale importanza, perché la crescita, lo sappiamo si gioca sull'innovazione e sul sistema delle imprese. Abbiamo avuto uno scarto importante in passato rispetto al centro nord. Ma ora stiamo per determinare un'inversione di tendenza. Alcuni nostri talenti attraverso il sostegno della Regione hanno avuto possibilità di svilupparsi. In Calabria oggi c'è un laboratorio importante e questa linea di finanziamenti è fondamentale. Se sarà necessario - ha concluso Oliverio - sposteremo ulteriori risorse, senza remore".

Il primo degli avvisi presentati oggi, quello su startup e spinoff, ha una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro e prevede l’attivazione di un ciclo di formazione finalizzato alla definizione di un piano di sviluppo aziendale e alla concessione di incentivi per la creazione di microimprese innovative promosse da laureati e di spin-off promossi da operatori della ricerca.

Attraverso il bando Poli, invece, l’Amministrazione regionale punta sul consolidamento delle sinergie tra il sistema produttivo regionale e il mondo della ricerca, sostenendo le attività dei Poli di innovazione e la valorizzazione delle infrastrutture di ricerca territoriali. A questo bando sono destinati oltre 32,6 milioni di euro.

"Nel Por Calabria Fesr Fse 2014/2020 - ha spiegato il Dirigente alla Programmazione Paolo Praticò - un ruolo strategico è rappresentato dall’Asse 1 che punta al potenziamento del sistema della Ricerca e dell’Innovazione quale motore dello sviluppo regionale e della competitività del territorio. L’obiettivo è di rafforzare il tasso di innovazione delle imprese, aumentare l’incidenza delle specializzazioni innovative attraverso il sostegno alla creazione di startup e spin-off della ricerca, sostenendo le infrastrutture di ricerca considerate cruciali per il sistema regionale".

"Nella nostra programmazione - ha aggiunto il Dirigente Menotti Lucchetta -, relativamente all’Asse 1, la Regione è partita da una dotazione finanziaria di oltre 210 milioni di euro. Al momento ne sono stati impegnati circa 105 milioni per finanziare 5 avvisi pubblici. La prima uscita in ordine temporale è stata a maggio del 2016 con l’avviso pubblico per l’acquisto di servizi qualificati da parte delle Pmi regionali: 7 milioni di euro, 334 progetti candidati, 152 imprese beneficiarie con ricadute occupazionali pari a 60 ricercatori o addetti qualificati assunti a tempo indeterminato.

Il secondo avviso pubblico, Horizon 2020, con apertura della piattaforma digitale a novembre del 2016 e ancora in corso, conta 15 imprese beneficiarie, mentre il terzo avviso pubblico, per il finanziamento di progetti di Ricerca & Sviluppo, pubblicato a dicembre del 2016, con una dote finanziaria di 15 milioni di euro, a 54 milioni, ha visto 277 progetti candidati, 131 domande ammesse e finanziate, ricadute occupazionali pari a 216 nuove assunzioni, che rappresentavano un vincolo formale previsto dall'avviso.

Oggi - ha aggiunto - vengono lanciati due nuovi strumenti: l’avviso pubblico per la valorizzazione delle infrastrutture dei Poli, con dotazione finanziaria di oltre 32,6 milioni di euro e l’avviso pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative Startup e Spin-off della ricerca con una dotazione di 10 milioni di euro". "Con soddisfazione - ha detto il vicepresidente di Fincalabra Giuliana Barberi -, con questa governance regionale, ci siamo contraddistinti nel campo dell'informazione accompagnando le imprese non solo nella fase iniziale e delle idee ma fino all'esecuzione. Abbiamo anche dimostrato che la Calabria può mettersi sul mercato e riuscire a essere competitiva sfruttando innovazione e tecnologia".