In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Tutto pronto per il progetto Spirulina for Africa

Catanzaro Salute

È atteso per domani il lancio della piattaforma multimediale di crowdfunding del progetto “Spirulina_for_Africa”, del Centro Studi DEI, per la raccolta di fondi per realizzare un impianto che, oltre alla produzione di spirulina cedibile sul mercato, consenta la formazione tecnica e professionale di soggetti provenienti da Paesi Terzi, con regolare permesso di soggiorno di tipo umanitario, del Centro di accoglienza Straordinaria della Cooperativa Sociale Malgrado Tutto a rl di Lamezia Terme allo scopo di realizzare, con le stesse risorse umane formate, gli stessi tipi di impianti nei loro Paesi di origine dell'Africa prevedendone il loro ritorno; operando così nella cultura della proattività dei soggetti coinvolti e dell’impresa etica.

La sostenibilità economica del progetto nonché le prospettive di sviluppo e continuità a partire dall'idea progettuale, sono garantite dalla produzione della Spirulina che verrà collocata su un mercato internazionale grazie alla piattaforma internazionale di vendita di Oil Fox International. Il progetto prevede di raccogliere la quota di sostegno pari a 120.000 Euro rispetto all’investimento complessivo di 400.000 Euro; infatti l'impianto di produzione è già stato in parte realizzato attraverso il contributo degli attori del progetto.

Il ciclo produttivo innovativo è realizzato attraverso un impianto tecnologico integrato che consente di decuplicare, a parità di superficie agricola impegnata, la produzione di Spirulina. Allo stato attuale, in Europa, la produzione tradizionale mensile di spirulina per ogni 1000 mq di serre è di circa 300 Kg/mese; il nuovo processo produttivo, invece, porta la produzione a 3.000 Kg/mese per ogni 1000 mq e abbatte costi di produzione relativi all’energia necessaria (prodotta autonomamente dall’impianto e da fonti rinnovabili), i costi di alimentazione delle alghe (prodotta dallo stesso impianto) e dall’immissione di CO2 nelle serre, sempre prodotta autonomamente. Il processo innovativo che si intende realizzare, interviene sui 4 aspetti sopracitati introducendo, nella produzione tradizionale, il processo tecnologico della digestione anaerobica di stallatico, unito alla cogenerazione efficiente di energia elettrica e calore dal biogas metano prodotto dalla biodigestione anaerobica.

Il Gruppo si muove nello spirito della Responsabilità Sociale dell’Impresa, con codici etici nel ciclo produzione (assoluta tutela dei diritti dei lavoratori, salari congrui, tecnologie ecocompatibili), contribuendo allo sviluppo sociale ed economico dei contesti in cui opera e sostenendo, altresì, programmi di ricerca scientifica per il contrasto a patologie umane ed alla malnutrizione infantile. Tra queste ultime attività, possiamo evidenziare: la collaborazione con l’Università di Buenos Aires in Argentina; la collaborazione con l’Università Sur Colombiana di Neiva de Huila in Colombia; la partecipazione a progetti di ricerca del Polo di Innovazione Tecnologica “Biotecnomed” in Calabria/Italia.

Il mercato della spirulina è in forte evoluzione, infatti da semplice integratore alimentare, per alcuni tipo di dieta o per chi pratica sport sta sempre di più entrando nei trattamenti di medicina omeopatica. Infatti sempre di più è consigliata per le donne in gravidanza, ma anche nel periodo di allattamento, per i bambini (sotto i 14 anni) convalescenti o per chi soffre di disturbi alimentari, così anche per gli anziani (sopra i 60 anni). Su questa scia di elemento importante per la dieta quotidiana di soggetti da tutelare, ossia gli under 14 e gli over 60, alcuni paesi la hanno introdotta in forma obbligatoria nell’alimentazione.