In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Rotary club ed Ordine degli ingegneri ricordano Antonio Molinaro

Catanzaro Attualità
Antonio Molinaro

Il Rotary club del Reventino, in collaborazione con l'Ordine degli Ingegneri della provincia di Catanzaro, ha organizzato un memorial concerto dedicato all'ingegnere Antonio Molinaro, a dieci anni dalla sua scomparsa.

L'evento, che si terrà l’8 dicembre alle 18 nella chiesa della Beata Vergine del Soccorso, dopo la messa organizzata dalla famiglia Molinaro, prevede la partecipazione del coro polifonico “Serrastretta Joyful Chorus”, duo chitarristico Nicola Iannello e Roberto Molinaro e pianista Giuseppe Gallo.

Già sindaco di Serrastretta nonché consigliere provinciali di Catanzaro per diversi anni, Antonio Molinaro è stato socio fondatore del Rotary del Reventino nonché vice presidente e assessore della comunità montana dei Monti Reventino – Tiriolo – Mancuso. Per circa un trentennio ha insegnato all’Istituto tecnico industriale “Scalfaro” di Catanzaro, dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria elettronica all’università di Bologna, primo ingegnere elettronico iscritto nell’Ordine di Catanzaro, che allora comprendeva anche gli ambiti di Vibo Valentia e Crotone.

Sempre nell’anno 1971 ottiene a Bologna l’Abilitazione alla libera professione di Ingegnere e dal 1972 l’Iscrizione all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catanzaro.

Abilitato all’insegnamento nelle discipline “Elettrotecnica”, “Impianti elettrici e costruzioni elettromeccaniche”, “Elettronica”, ha esercitato, l’attiva di docente e di ingegnere libero professionista, con studio tecnico in Catanzaro, maturando una grande esperienza nella progettazione di opere civili e industriali, per committenza pubblica e privata.

L’ambiente bolognese del periodo universitario lo avvicina alle idee della sinistra, nell’ambito della quale inizia il suo impegno politico che lo porta, seppur su fronti ideologici diversi, a proseguire l’esperienza del padre Felice che è assessore comunale di Serrastretta per tre legislature, dal 1963 al 1978. È proprio in quell’anno che si candida, per la prima volta, al Consiglio Comunale di Serrastretta, risultando eletto e ricoprendo il ruolo di Consigliere Comunale d’opposizione, per due mandati, fino al 1988, anno in cui la lista che capeggia vince le elezioni comunali e lui diventaSindaco di Serrastretta, incarico che riveste per due legislature, fino al 1997.

Sono molteplici i ruoli ricoperti nell’ambito di una trentennale esperienza politico-amministrativa che lo rende un riferimento in ambito provinciale e lo vede impegnato fino agli ultimi suoi giorni.

Tra questi si ricorda che dal 1983 al 1987 è Componente del Comitato di gestione dell’U.s.l. n. 17 di Lamezia Terme ed è tra i fautori dell’apertura dell’Ospedale di Lamezia Terme; dal 1995 al 1999 è Consigliere provinciale di Catanzaro; nel 2000 è Candidato al Consiglio Regionale della Calabria, risultando tra i primi dei non eletti.

Nell’ambito professionale sono numerosi i corsi di specializzazione frequentati, tra i quali rilevanti sono anche le esperienze di formazione presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano. Tante le attestazioni ottenute, tra cui l’Iscrizione all'Albo Regionale dei Collaudatori Tecnici e l’Iscrizione all'Albo dei Consulenti Tecnici presso il Tribunale di Lamezia Terme. Nell’attività professionale, che svolge su scala regionale, spazia dedicandosi a progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudo, in ambito strutturale, architettonico, impiantistico, pianificatorio, occupandosi, tra l’altro, di viabilità, acquedotti, fognature e depurazione, pubblica illuminazione, scuole, palestre, carceri, recupero centri storici e aree degradate.

In particolare, si rende significativamente protagonista, a Serrastretta, dell’esordio del cemento armato, con tantissimi fabbricati privati progettati. Nel tempo libero, appassionato di viaggi e di sci, è socio del Touring Club Italiano per oltre venti anni e nell’arco della sua vita visita circa 40 paesi del mondo, trasmettendo la passione ai figli. Fortemente credente, vive con discrezione il suo essere cattolico e la sua fede.