In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Parco della Sila patrimonio dell’Unesco: in campo anche il direttore del Cnr

Calabria Attualità

E’ in programma per il 7 dicembre, alle 9,30 presso la Casa della natura-CIPR di Rende, un incontro a sostegno della candidatura del Parco Nazionale della Sila a patrimonio mondiale dell’Unesco, al quale parteciperà anche il direttore del CNR – Isafom (Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo), Giorgio Matteucci.

“Tra il CNR-Isafom e il Parco Nazionale della Sila – ha dichiarato Matteucci - si è venuta a stabilire un’utile collaborazione in quest’ultimo periodo, diretta al raggiungimento di importanti obiettivi negli ambiti di comune attività, da quello ambientale a quello forestale, fino al paesaggio. Tale collaborazione incrocia, per di più, le attività del laboratorio pubblico-privato Alforlab, che vede come ente capofila il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) – Dipartimento di Scienze BioAgroalimentari, di cui l’Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo di Rende è articolazione in Regione Calabria. Un’esperienza che, crediamo, possa dare molto in termini di know how alla filiera foresta-legno”.

“Il laboratorio Alforlab – spiega il direttore del CNR-Isafom - ha come obiettivo, infatti, lo sviluppo e l’integrazione di tecnologie innovative per la valorizzazione delle risorse ambientali e forestali della regione Calabria, e prioritariamente del legno, attraverso azioni di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in tutte le diverse fasi della filiera foresta-legno-energia, dalla produzione, alla trasformazione, all’impiego delle nanotecnologie. La sua attività, quindi, che comprende anche studi e sperimentazioni in ambito idrologico, è finalizzata alla valorizzazione sostenibile del bosco, in linea con la missione del Parco, oggi anche riserva della biosfera, dove natura e attività economiche ecocompatibili camminano di pari passo”.