In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Maltempo, in arrivo forti venti e precipitazioni in Calabria

Calabria Attualità

La perturbazione atlantica ha raggiunto l’Italia e, nel corso della giornata, il maltempo interesserà tutta l’Italia con precipitazioni più intense su Campania, Molise occidentale e Lazio meridionale. Domani il maltempo si sposterà verso levante con precipitazioni che interesseranno tutto il sud. Tra oggi e domani, inoltre, si prevede una generale intensificazione della ventilazione proveniente dai quadranti meridionali.

Per questo motivo il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche. L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi, mercoledì 29 novembre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Campania e in estensione, dalla notte, a Puglia e Basilicata, specie sui settori occidentali.

Dal primo mattino di domani si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Calabria e Sicilia, specie sui settori settentrionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi venti forti o di burrasca dai quadranti meridionali sulla Campania, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi allerta arancione sul Lazio centro-meridionale, sul Molise e sui bacini della Campania; allerta gialla, invece sui restanti bacini del Lazio, sulla Toscana centro-meridionale, sui bacini di Umbria ed Abruzzo e sulla Puglia del Sub Appennino Dauno. Infine si segnala allerta arancione per la giornata di domani, giovedì 30 novembre, su Campania, Lazio centro-meridionale e sul Molise; allerta gialla, invece, su Basilicata, Calabria, sui restanti bacini del Lazio, sui bacini dell’Umbria, su quelli della Puglia e sulla Sicilia settentrionale e settore occidentale.