In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Progetto “Genti di Calabria”, nuovi appuntamenti in regione

Calabria Tempo Libero

Genti di Calabria approda nei prossimi giorni a Catanzaro, Cutro, Cosenza, Vibo Valentia, Siderno, Lamezia Terme e questa volta a presentare il progetto oltre che gli autori, Francesco Mazza e Pino Bertelli, ci sarà anche Maurizio Rebuzzini storico della Fotografia, tra i più autorevoli al mondo nonché docente all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

Dopo un percorso iniziato con il Salone del libro di Torino e una serie di significative tappe che hanno visto l'ambizioso progetto protagonista a Colonia, Tuscania, Toronto, Bologna, Matera ed anche al Festival di Corigliano, al Caffe Letterario di Stilo, alla Biennale di Praia a Mare ecc.

Finalmente, ci dice Francesco Mazza, che insieme a Pino Bertelli ha fortemente voluto la realizzazione di questo ambizioso progetto, Genti di Calabria è pronto per essere divulgato nella nostra terra, ha già ricevuto le attenzioni dei media nazionali ed internazionali ed allora, forse, i miei conterranei presteranno la giusta attenzione al nostro progetto che ha l’ambizione di far cambiare il corso delle cose.

Lo slogan è "Genti di Calabria vuole far cambiare al mondo l'idea distorta che si ha dei calabresi"

Si tratta di un progetto multimediale, un Libro "Atlante di Geografia Umana della Calabria" e un documentario "Pino Bertelli - i colori del cielo", edito dall'Associazione Suoni & Luci.

Il lavoro è stato realizzato senza nessun finanziamento pubblico ma con la partecipazione di alcune decine di calabresi e soprattutto con l'impegno economico di Pino Bertelli (che è toscano e non calabrese) e di Francesco Mazza che non è la prima volta che svolge a favore della sua terra operazioni simili.

I protagonisti sono gente di ogni estrazione sociale, non vi è alcun riferimento a luoghi, paesaggi o stereotipi di nessun genere... vi è solo l'ordinarietà che ovviamente diventa straordinaria per la semplicità dell'esposizione... le persone sono persone e la bellezza che risulta dalle loro testimonianze, dai loro volti posture e fisicità, è la bellezza vera, quella di cui ogni calabrese deve andare fiero.

Pino Bertelli è un situazionista, un anarchico, un dottore in niente, un fotografo di strada nel senso che vive la sua fotografia nelle strade del mondo e per lui la persona è prima di tutto... senza Pino Bertelli questo lavoro non si sarebbe mai potuto realizzare.

Francesco Mazza è un appassionato di cinema e di fotografia, è impegnato da oltre un trentennio nella produzione di decine di documentari e film con l'unico scopo di evidenziare la bellezza, racconta sempre e solo le situazioni che conosce..."è un cinema del vissuto" ci dice, "senza fronzoli e senza la ricerca spasmodica dell'estetismo" che ripudia con tutte le sue forze e... forse ci riesce.

Le prossime tappe sono prevalentemente concentrate sul pubblico giovanile a cui questo progetto è sicuramente destinato, anche se forse bisognerebbe rivolgersi ai bambini e spiegare loro che ci sentiamo in colpa ad aver creato un mondo così lontano dalla bellezza che meritano, un mondo dove pare che non ci sia più spazio per i valori veri, per l'amore senza interesse, per l'amore verso il diverso, per l'amore verso la persona e basta.

Genti di Calabria non vuole dare speranze ai giovani, da troppo tempo si promettono speranze, ma vuole fargli prendere coscienza di chi sono, di cosa possono e devono fare....

Genti di Calabria è uno strumento che se condiviso da tutti i calabresi per bene, e sono la stragrande maggioranza, può far si che il sogno non rimanga di uno soltanto ma diventi il sogno di tutti noi fino a diventare storia!

Tra le prefazioni del libro scritte da Luigi Lombardi Satriani, Maurizio Rebuzzini, Hubertus Von Amelunxen, Luigi La Rosa, Paola Grillo e Oliviero Toscani, vale la pena di soffermarsi su quest'ultimo che scrive "Bertelli è riuscito a realizzare, in questo libro, la ricerca di questa speciale bellezza, in modo emozionante, insegnandoci questo esercizio che tutti noi dovremmo fare costantemente, ogni giorno, nel nostro quotidiano; scovare la bellezza nelle tragedie può esserci di aiuto per fortificare il nostro ottimismo e quello della società che ci circonda, invece di accettare di vivere soffocati dalla paura; che ormai è l’emozione che ha preso il sopravvento nella vita di tutti noi. Condividiamo appieno!"

La situazione in Calabria così come quasi in tutti i sud del mondo è realmente difficile, bisogna prendere coscienza che il Sud è semplicemente il Sud e che non deve assolutamente inseguire il Nord come invece ci è stato fatto credere che dobbiamo fare.