In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Proiezione di Nico 1988, il film sulla musa di Andy Warhol

Cosenza Tempo Libero

Si terrà giovedì 16 novembre, alle 20.30, la proiezione del film di Susanna Nicchiarelli “Nico 1988”, al Supercinema Modernissimo di Cosenza. A seguire, l'incontro con la regista e il produttore della pellicola, Gregorio Paonessa. Vincitore della sezione Orizzonti all'ultima edizione del Festival di Venezia. La pellicola è un biopic che si focalizza sugli ultimi anni di vita della musa dei Velvet Underground e di Andy Warhol. Nico 88 ha portato a casa il Premio Orizzonti per il miglior film ed è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazioanle Critici Cinematografici Italiani. Diretto da Susanna Nicchiarelli, il film vede la partecipazione, nel cast, di Trine Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca, Sandor Funtek II e Thomas Trabacchi.

Nel biopic, Susanna Nicchiarelli affronta l'ambiguità idelogica di Nicco, nome d'arte di Christa Päffgen. Nella sua produzione musiciale, si rileva tutta i contrasti interni e i demoni che la caratterizzano e che sono legati, inevitabilmente, a un passato, ricco di memorie di guerra, con il quale non è riuscita a far pace. La regista racconta il tour dell'86-88 della musicista on the road, intervallato, in alcuni momenti, dall'Exploding Plastic Inevitable, lo show multimediale ideato da Warhol con i Velvet Underground, vent'anni prima.

Si tratta di un viaggio in giro per l'Europa, che diventa un percorso di presa di coscienza relativo alla difficile e complessa relazione irrisolta con il figlio Ari. La narrazione si incastra tra hotel degradati, locali periferici, piazze di paese e centri sociali, luoghi in cui Nico trova terreno fertile per la sua passione legata agli stupefacennti con la band di giovani musicisti. Un'icona maledetta della musica, interpretata da Trine Dyrholm che ha saputo dare spessore a un personaggio così ricco di sfaccettature.