In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Cosenza. Dal 15 novembre obbligo di catene a bordo sulle strade provinciali

Cosenza Infrastrutture

Scatterà il 15 novembre prossimo e durerà fino al 15 aprile 2018, sui tratti di strada provinciale con quota altimetrica superiore a 300 metri sul livello del mare, l’obbligo di viaggiare muniti di pneumatici invernali oppure di avere a bordo catene da neve o altri mezzi antisdrucciolevoli idonei alle condizioni di ghiaccio o neve.

Lo rende noto il Dirigente del Settore Viabilità, ingegner Claudio Le Piane, ricordando ai Comuni interessati e agli automobilisti l’attuale vigenza dell’Ordinanza dirigenziale n. 4 del 10 febbraio 2012, con validità permanente, resa pubblica mediante l’installazione dell’apposita segnaletica stradale.

In particolare, l’obbligo sarà vigente sui tratti maggiormente esposti al rischio neve o ghiaccio ed è disposto per motivi di sicurezza pubblica e perché durante il periodo invernale, in occasione dei fenomeni di formazione di ghiaccio sul piano viabile e di precipitazioni di carattere nevoso, i veicoli sprovvisti di mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio spesso impediscono la regolare circolazione veicolare sulle strade provinciali.

Il provvedimento contiene l’elenco di tutte le strade direttamente interessate e prevede altresì, relativamente ai tratti provinciali all’interno dei centri abitati, la possibilità per i Sindaci di emettere analoga ordinanza. Si ricorda che sulle strade soggette all’ordinanza l’obbligo sussiste anche in condizioni meteo non critiche e che, in caso di inottemperanza registrata a seguito di incidente, l’assicurazione potrebbe non coprire i relativi danni.

La violazione dell’ordinanza, inoltre, è soggetta alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 85 a 338 euro, ai sensi dell’articolo 6 - comma 14 - del vigente Codice della Strada.