In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Oliverio sostiene progetto su Tommaso Campanella: una grande biblioteca digitale

Calabria Attualità

Il Presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, in considerazione dell’imminente avvio del progetto di censimento delle opere di Tommaso Campanella, a cura del Centro Internazionali di Studi Telesiani, Bruniani e Campanelliani, ha ritenuto di voler assicurare il sostegno concreto della Regione Calabria all’importante iniziativa scientifica.

Si tratta di un lavoro di ricerca su tutto ciò che è stato scritto da Campanella e gli studi sul suo pensiero, opere sparse in tutto il mondo e che impegnerà giovani ricercatori. L’impegno fattivo, disposto dal presidente Oliverio, è stato annunciato nel corso del convegno internazionale tenutosi il 6 novembre nella sede del Centro Studi a Cosenza, alla presenza di studiosi di chiara fama provenienti da diverse Università e istituzioni culturali europee, come il Warburg Institute di Londra e l'Università di Warwick, l’Istituto di Storia della Scienza del Max-Planck di Berlino, il Centre d’études supérieuresde la Renaissance di Tours, l'Università Ca' Foscari di Venezia, l'Université Francois Rabelais di Tours, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e l’Università della Calabria. Il Centro Studi, presieduto da Nuccio Ordine e diretto da Roberto Bondì, sta lavorando a una grande biblioteca digitale che offra uno strumento fondamentale per ricostruire il pensiero di tre dei massimi pensatori del Rinascimento e della prima età moderna.

Al convegno di studi ha partecipato per conto della Regione Calabria, Salvatore Bullotta, che ha sottolineato come l’interesse suscitato in tutto il mondo per il pensiero e le opere di due intellettuali calabresi quali Bernardino Telesio e Tommaso Campanella, campioni della filosofia meridionale e che tanta influenza ebbero negli studi dei secoli successivi, costituisca motivo di vanto e soddisfazione per il Presidente Mario Oliverio e per la Giunta regionale della Calabria.