In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Crotone. Royalties comparto pesca: il Comune chiede chiarimenti al Ministero

Crotone Attualità

Come concordato nella recente riunione che si è tenuta nell'Ufficio di Governo, presieduta dal prefetto di Crotone Cosima Di Stani, una riunione relativa alle problematiche delle marinerie locali in tema di corresponsione delle royalties ed in cui il sindaco Ugo Pugliese ha formulato un apposito quesito inviato al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ed alla Unione Europea per dirimere la questione.

Nella nota, predisposta dal segretario generale dell'Ente Pasquale Monea, nel fare riferimento alle problematiche ed il disagio vissuto dalle marinerie in relazione all'attività estrattiva al largo delle coste crotonesi, si chiede di avere un parere definitivo circa la natura della eventuale corresponsione delle royalties alle marinerie anche alla luce delle nuove normative comunitarie in materia.

Sostanzialmente nella nota dell'amministrazione viene chiesto al Ministero di chiarire in via definitiva se tale contributo non sia da considerare aiuto di Stato e pertanto si possa procedere alla erogazione delle somme spettanti al settore di riferimento.

“Seguiamo da tempo questo percorso, con numerosi incontri che ho avuto con i rappresentanti delle marinerie ed anche con l'assessorato Regionale di riferimento. - dichiara il sindaco Ugo Pugliese - Dopo l'incontro avuto in Prefettura ci siamo immediatamente mossi in direzione ministeriale e comunitaria per dirimere definitivamente la questione. Il comparto pesca è un importante segmento delle attività produttive nella nostra città e nella provincia di Crotone ed è fondamentale sostenerlo anche rispetto alla crisi nella quale versa attualmente. Attendiamo ora la risposta degli organi competenti per verificare quali strade intraprendere in merito”.