In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Disturbi apprendimento, bando da 100mila euro

Calabria Salute

Ammonta complessivamente a 100 mila euro la dotazione del bando per il finanziamento di progetti in favore dei soggetti con disturbi specifici dell’apprendimento-Dsa. L’Avviso, rivolto ai distretti sociali nell’ambito dei piani di zona, è in fase di pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione. Possono presentare le proposte i Comuni capofila dei rispettivi Ambiti territoriali intercomunali.

Per l’assessore regionale al welfare Federica Roccisano “si tratta di un altro passo in avanti verso l’inclusione scolastica di tutti i soggetti vulnerabili. Dopo l’approvazione delle linee guida per le scuole dello scorso anno, oggi, diamo la possibilità di attivare reti di partenariato specializzato per la definizione di interventi di rilevazione dei casi e di progettazioni inclusive. È bello – dichiara infine la Roccisano - poter diffondere il bando nella settimana nazionale della dislessia, segno di una Calabria che vuole stare al passo col livello nazionale e che, soprattutto, non vuole lasciare indietro nessuno”.

Da un'attenta analisi dei fattori di criticità in materia di disturbi dell’apprendimento all'interno del territorio calabrese, paragonando le percentuali indicate nei documenti clinici nazionali "Consensus conference Dsa P.A.A.R.C. 2011", con i dati pubblicati dal MIUR, in Calabria si evidenzia una mancata identificazione precoce dei soggetti interessati da disturbi specifici di apprendimento. A tale riguardo la Regione con il presente avviso intende: attivare e sostenere un progetto innovativo e sperimentale finalizzato all'individuazione-rilevazione dei casi di sospetto Dsa presso le Istituzioni scolastiche calabresi.

Possono presentare richiesta i Comuni capofila dei rispettivi Ambiti territoriali intercomunali per l’attuazione di progetti sperimentali volti alla rilevazione dei casi di sospetto Dsa. Le proposte progettuali dovranno, pena l'esclusione, prevedere l’attivazione di partenariato con una o più Organizzazioni del terzo settore con documentata esperienza nel campo degli interventi rivolti a giovani in età scolare interessati da disturbi specifici dell’apprendimento.