In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Gentile: “sicurezza alimentare e veterinaria, ottimo lavoro in Calabria”

Cosenza Sanità

"Dopo aver letto la presentazione del report 'La Sanità Pubblica Veterinaria e la Sicurezza Alimentare in Calabria', presentato a Camigliatello Silano il 15 settembre scorso, non posso che esprimere i miei più sinceri complimenti per il lavoro che i dirigenti della Task Force svolgono e continueranno a svolger per il bene della nostra Regione".

E' la nota del senatore Antonio Gentile che aggiunge lodando il lavoro svolto da alimentaristi e veterinari calabresi: "la sanità pubblica veterinaria e la sicurezza alimentare rappresentano la base della prevenzione a tutela dei consumatori oltre che un grande valore aggiunto per nostre attività produttive agro zootecniche. La strada delle competenze intrapresa sino a qui deve essere incentivata e supportata da tutti i colori politici per il bene della Calabria. Un recente passato dove la classe medica veterinaria regionale che si occupa di sicurezza alimentare era mal gestita e mal rappresentata e poco conosciuta presso le istituzioni nazionali, non ha fatto altro che rallentare la nostra ricerca di bisogni. Oggi, chi ha nostalgia di quel passato è contro lo sviluppo dei nostri stessi territori".

"Chi tenta di far rinascere la trascorsa incompetenza è contro tutti i calabresi che credono nel lavoro di questi professionisti. La qualità dei programmi proposta e attuata dai dirigenti della Task Force Veterinaria regionale, la capacità di portare innovazione sono gli elementi necessari per qualunque progetto ambizioso. E i frutti si sono visti dalla lettura dei dati presenti sul Report. Pertanto ritengo doveroso sostenere il lavoro del gruppo condannando qualsiasi tentativo di interferenza tesa a ripristinare,nostalgicamente, le incompetenze che negli anni trascorsi hanno mortificato la Calabria rendendola poco credibile anche presso i tavoli ministeriali competenti".