In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Il Duale per l’Italia: l’Assessore Roccisano presente al Seminario Europa a Bari

Calabria Attualità

L'Assessore al Lavoro Federica Roccisano ha partecipato oggi a Bari alla giornata conclusiva della 29° edizione del Seminario Europa, l’iniziativa itinerante ideata dal CIOFS-FP (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane – Formazione Professionale).

Preparare al lavoro attraverso il lavoro è da sempre uno dei cardini della Formazione Professionale, un sistema che, come dimostrano i numeri, favorisce in modo rilevante l’occupazione giovanile: non è quindi un caso che la sperimentazione del cosiddetto “Sistema duale”, avviata e finanziata nell’ultimo anno dal Ministero del Lavoro, sia guardata con grande interesse da formatori e imprese.

Su questo tema si sono concentrati gli interventi del Sottosegretario Luigi Bobba, promotore del protocollo con le Regioni sul Sistema Duale , di Maurizio Del Conte, Presidente di Anpal, e delle regioni Lombardia, Liguria, Piemonte, Puglia e Calabria.

"Per il secondo anno consecutivo - ha detto l'Assessore Roccisano - la Regione Calabria è presente al seminario europeo sulla formazione professionale organizzato dal CIOFS. Quest'anno abbiamo potuto parlare di azioni messe in campo, di ragazzi entrati in aula e di corsi pronti a partire, grazie ai bandi pubblicati nei mesi scorsi per il sistema duale e per la formazione sperimentale, ai quali di recente si è aggiunto il bando dell'ex obbligo formativo oggi IeFP. Il filo conduttore di queste azioni è quello di rafforzare e incrementare le occasioni di apprendimento dei giovani in Calabria e farlo in maniera coerente con le necessità del mercato del lavoro. In questo senso la collaborazione con il Ministero del Lavoro e con ANPAL ci ha permesso e ci permetterà ancora di più nei prossimi mesi, di attivare gli strumenti dell'apprendistato , della contrattualizzazione dei ragazzi e degli sgravi contributivi a favore di una loro assunzione. Così saremo consapevoli che i fondi programmati e spesi si tradurranno davvero in un servizio reso a vantaggio dei nostri giovani e che a conclusione del percorso non li lasceremo fuori a bussare alla porta del mondo del lavoro, ma avremo loro consegnato le chiavi per accedervi".