In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, le iniziative del Comune di Cosenza

Cosenza Trasporti

L'Amministrazione comunale di Cosenza aderisce alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, un appuntamento internazionale che, dal 16 al 22 settembre, promuove attraverso una serie di iniziative l’utilizzo dei mezzi di trasporto, alternativi all’auto privata - a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici - per gli spostamenti quotidiani. Ai cittadini si offre l’opportunità di riflettere sulla reale funzione delle strade cittadine e di discutere soluzioni concrete per affrontare sfide quali l’inquinamento atmosferico e acustico, la congestione, gli incidenti stradali e i problemi di salute.

La partecipazione del Comune di Cosenza – come informa l'assessore alla mobilità sostenibile Michelangelo Spataro – si traduce nella promozione di due appuntamenti: l'esposizione in piazza dei Bruzi di veicoli ecosostenibili che sarà possibile provare (mercoledì 20 settembre, ore 9.30). Venerdì 22 settembre sarà invece la “Giornata del trasporto pubblico gratuito”, nel corso della quale tutti i cittadini che decideranno di non utilizzare l'automobile, avranno a disposizione i mezzi pubblici gratuitamente e per l’intera giornata su tutto il territorio comunale.

Intanto il Comune di Cosenza è presente all'iniziativa che, fino al 16 settembre, si realizza a Pesaro, “Muovere le idee per muovere le persone”. Vi partecipa il Sindaco Mario Occhiuto ed è promossa da numerose associazioni ed istituti che agiscono sui temi della mobilità sostenibile, tra cui Legambiente, Isfort, Kyoto Club, Euromobility, Fondazione per lo sviluppo Sostenibile, Ambiente Italia, Alleanza Mobilità Dolce, con il patrocinio di Anci. L’evento ha lo scopo di sensibilizzare le amministrazioni pubbliche, mettere in comune le esperienze delle città, formare il volontariato, responsabilizzare le aziende, promuovere nuove professionalità e mobilitare tutte le associazioni per cambiare il modello di mobilità del nostro Paese. Al confronto partecipano esperti, Sindaci, Assessori, aziende, personalità politiche, associazioni, portatori di idee, progetti ed esperienze su questi temi.