In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

“Settembre Rendese 2017”, sul palco arriva Eugenio Finardi

Cosenza Spettacolo

Conto alla rovescia per il secondo appuntamento con la grande musica del Settembre Rendese giunto alla sua 52 edizione. Protagonista assoluto della serata di stasera sarà il cantautore rock Eugenio Finardi, in concerto con “40 anni di Musica Ribelle” a partire dalle ore 21 in via Rossini. E’ un concerto a lungo atteso da molti cittadini rendesi che partecipano in massa agli eventi in cartellone fin dalla prima ufficializzazione. Nel tour 2017 del noto cantautore italiano non tutto è perfetto, ispirato, memorabile. E certe canzoni mostrano la loro età. Lo spirito di un’epoca pioneristica per il rock italiano che i cittadini rendesi attendono, appunto, rivivere sul palcoscenico del Settembre Rendese.

Il concerto, a ingresso gratuito, si terrà, dunque, stasera alle ore 21 in via Rossini e rientra nel ricco cartellone di eventi che animerà la città di Rende fino al 1 ottobre. La manifestazione vanta la direzione artistica del produttore discografico e musicista Marco Verteramo con il contributo dell’amministrazione comunale e di tutte le associazioni del territorio che si sono impegnate a fare squadra nella realizzazione della 52 edizione della kermesse. Significativi i contributi di Francesco Donato e Enzo Naccarato. Finardi è reduce dal grande successo delle quaranta date dello scorso anno in cui veniva riproposto per intero l’album “Sugo”.

E a quarant’anni dall’uscita di “Diesel”, il disco culto del 1977 che lo portò al successo, il cantautore milanese sale nuovamente sui palchi d'Italia rivoluzionando la sua scaletta inserendo anche alcuni brani non ancora eseguiti dal vivo. Sul palco, insieme alla propria band, suonerà alcuni tra i brani più rappresentativi dell’album, come “Giai Phong”, “Non è nel cuore” e “Scimmia”, oltre alla canzone-manifesto “Diesel”. Per i numerosi fan che lo attendono ascoltare la sua performance significherà anche toccare con mano l’amore per la musica, la sua cultura, i suoi riti. “40 anni di Musica Ribelle- si legge nelle dichiarazioni dell’autore- non è la semplice celebrazione di una canzone, ma di un atteggiamento, un modo di vivere la musica che fotografava con lucidità e maturità le tensioni di un anno segnato dall’estremizzazione di ogni fenomeno sociale”.

Tra i prossimi appuntamenti: Giorgio Poi e Canova (martedì 19 settembre ore 21.30, piazza Unità d’Italia; Concerto di un Guarnieri diretto da Aurelia Macovei (mercoledì 20 ore 18, Museo Civico); Open Sound Group (giovedì 21 ore 19.30, piazza Costantinopoli), seguirà Aria di Napoli. La canzone Classica napoletana e Totò (ore 20.30, piazza degli Eroi). Ancora musica italiana con Serena Brancale, Cataldo Perri e Lo Squintetto, Gegè Telesforo. Tra gli eventi importanti anche gli appuntamenti con il cinema, l’enogastronomia, il teatro e l’arte. Da ricordare, tra questi, “Prove aperte” con Libero Teatro (venerdì 22 ore 20.30); “Mc Donald's e Metropolis Insieme da vent'anni” (16 settembre ore 21, piazza Museo del Presente con: Federica Carta, Shady, Marco Carta, Ruly Rodriguez, Lo Strego. Carboidrati e Gionny Scandal); Indie Project e Nestore Verre (26 settembre ore 21.30 Saporito e ore 18.30, centro storico di Rende); infine, alcuni allestimenti da non perdere al Museo del Presente come “Geni Comuni” e “Futuristi Calabresi”.