In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Usb: “stipendio negato, ora tocca anche agli altri sindacalisti"

Calabria Salute
usb.jpg

“La forte calura estiva ha sicuramente fatto danni celebrali ai ‘sindacati padronali’ dell’istituto di vigilanza! Si perché oggi indicono una riunione all’istituto di vigilanza perché anche i sindacalisti che prima erano nelle grazie dell’azienda sono rimasti senza stipendio! Gli stessi sindacalisti che quando i lavoratori erano in piazza per lo stipendio ridevano dalla finestra a braccetto con l’azienda – quando i lavoratori venivano trasferiti in altre provincie plaudivano ed organizzavano cenette con l’azienda per il risultato raggiunto – gli stessi sindacalisti che quando i lavoratori venivano licenziati, ormai il numero dei licenziamenti si è perso nei tempi, si sfregavano le mani dalla contentezza perché si erano permessi di ribellarsi all'azienda ed al sindacato concertativo che fino ad allora li manteneva in uno stato di sudditanza e schiavismo antico. Un accanimento nei confronti di giovani lavoratori che lasciano le famiglie per più notti, intere nelle giornate festive, in ogni momento della settimana, per non morire giovanissimi di fame e racimolare il dovuto stipendio”.

È forte la disapprovazione di Usb Calabria nei confronti di quei “sindacalisti, che per paura di perdere loro stessi, gli opulenti stipendi che l’azienda gli garantisce mensilmente senza freni e senza pudore sulle spalle di chi da mesi non percepisce stipendio (aprile 2017), alla stregua dei loro dirigenti nazionali che percepisco stipendi dodici volte alla media dei loro stessi iscritti o andavano sulle crociere a ‘fare sindacato’. Come si può pensare che individui del genere facciano gli interessi dei lavoratori?", è quanto si chiede in merito l’organizzazione.

“Ci auspichiamo - conclude l'Usb - una ‘Mani Pulite’ dentro l’azienda e dentro questi sindacati concertativi! E non sarebbe nemmeno difficile avviare l’inchiesta: basterebbe dare un’occhiata ai bilanci, ed alle gozzovigliate vacanze con i soldi dei lavoratori”.


Le opinioni espresse in questa pagina non impegnano in alcun modo la nostra testata rispecchiando esclusivamente il pensiero dell’autore a cui viene rimandata ogni responsabilità per quanto in essa contenuto. La testata resta comunque disponibile a pubblicare integrazioni, risposte e rettifiche a quanto riportato e a firma di chiunque sia direttamente o indirettamente coinvolto.