In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Balneabilità. I dati del Meetup Crotone: risultati oltre il limite

Crotone Salute

In quattro punti monitorati sono stati rilevati risultati oltre il limite o di poco sotto. Valori da non sottovalutare per gli Amici Beppe Grillo Crotone, che continuano ad analizzare la qualità del mare pitagorico con l’obiettivo di tutelare la salute dei bagnanti e che hanno reso noti oggi i dati relativi al 5° prelievo eseguito, che confermerebbe, a loro dire, la necessità di un costante monitoraggio dello stato di salute delle acque.

I PUNTI INTERESSATI, dove sono stati eseguiti i prelievi il 9 agosto scorso, sono: la passerella, i cui dati indicano E.Coli - 592 MPN/100ml *(> 500 MPN/100ml) e Enterococchi - 75 MPN/100ml; piazzale ultras, E.Coli - 554 MPN/100ml *(> 500 MPN/100ml) e Enterococchi - 63 MPN/100ml; scivolo disabili, E.Coli - 496 MPN/100ml *(> 500 MPN/100ml) e Enterococchi - 41 MPN/100ml e, infine, la zona del cimitero cittadino, E.Coli - 677 MPN/100ml *(> 500 MPN/100ml) Enterococchi - 146 MPN/100ml.

“Continuiamo a chiedere maggior attenzione verso la tutela della salute dei cittadini anche con controlli più frequenti. Il monitoraggio dello stato del mare – affermano i Grillini - oltre che un obbligo, dovrebbe diventare una costante di garanzia per i turisti che vorranno trascorrere la loro estate a Crotone”.

Il meetup pitagorico ritiene infatti che un solo prelievo al mese, effettuato da Arpacal, per il periodo estivo, sia insufficiente. “Ci impegneremo – ribadiscono - affinché, per legge, i prelievi siano più frequenti, trasparenti ed i risultati pubblicati e immediatamente disponibili”.

Per i grillini infatti è necessario “prendere coscienza delle criticità, analizzarle, individuarne le cause ed eliminarle. A Crotone, l'assenza di un depuratore funzionante, le criticità della rete fognaria ed i numerosi scarichi abusivi – sostengono - sono quelli elementi che sicuramente contribuiscono ai valori così vicini e/o superiori ai limiti riscontrati dal laboratorio che abbiamo incaricato”.

Con questo 5° prelievo, i fondi raccolti con la campagna di autofinanziamento sono terminati. Come per il 2016, sarà poi realizzata una brochure riepilogativa che sarà divulgata a fine estate.