In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

A Tropea una due giorni di folklore col Festival “Culture a Confronto”

Vibo Valentia Spettacolo

Tropea torna a vestire i panni della capitale mondiale del folclore in occasione della due giorni del festival “Culture a confronto”, il 19 e 20 agosto prossimi, appuntamento fisso dell’estate calabrese. La perla del Tirreno sarà invasa dai coloratissimi costumi tradizionali di sei gruppi folclorici di fama internazionale, con sfilate e danze al ritmo di coinvolgenti musiche popolari.

Il programma del festival, promosso dall’Associazione “Culture a Confronto” in collaborazione con il gruppo “Città di Tropea” ed il patrocinio del Comune, prevede la partecipazione di alcune formazioni provenienti da ogni angolo del mondo che daranno vita ad un grande momento di incontro e condivisione culturale. Il Festival sarà, inoltre, al centro dell’attenzione mediatica nazionale grazie alla produzione televisiva firmata dalla Life Communication con la direzione di Domenico Gareri.

A partire dalle 19, dopo le allegre sfilate serali per le vie del centro storico cittadino, i gruppi folclorici daranno vita ad una serie di spettacoli musicali e danze tradizionali sul palco allestito nell’area di Marina dell’Isola.

Sabato 19 Agosto dopo l’apertura con “I Piccoli” del Gruppo Folk Città di Tropea sarà la volta de “Les Elites du Benin” dal Benin, dell’Associazione culturale Doboj dalla Bosnia e della compagnia “Opitas del Folclor” di Huila dalla Colombia.

Domenica 20 agosto, lo spettacolo sarà introdotto dal Gruppo Folk Città di Tropea che darà il via alle performance del balletto folklorico “Ritmos Y Raíces Panameñas” da Panama, del “Tutarakauika ki Rangataua” di Tauranga Moana direttamente dalla Nuova Zelanda e, infine, del Kolkha Folk Dance Group di Kutaisi dalla Georgia.

La manifestazione si concluderà con la consegna del premio “Culture a confronto”, realizzato dal maestro orafo Michele Affidato, conferito a personaggi che, con la propria attività, si sono distinti nel campo sociale, culturale e religioso. A presiedere la giuria che ha stabilito i vincitori è Silvia Guidi, giornalista di fama nazionale e prima donna ad entrare nella redazione vaticana dell’Osservatore Romano.

Anche quest’anno “Culture a confronto” - arricchito nuovamente dal gemellaggio con “Estate internazionale del folklore e del Parco del Pollino” - collaborerà con Coldiretti Calabria che curerà l’allestimento di una serie di stand nello spiazzale ai piedi dello scoglio di Santa Maria dell’Isola.

Il “Village” offrirà ai visitatori l’opportunità di conoscere le eccellenze enogastronomiche dei prodotti made in Calabria, grazie a una serie di workshop formativi organizzati con il supporto di Campagna Amica. Almeno 20 gli stand e le aziende ospiti saranno presenti a Tropea per promuovere i propri prodotti con degustazioni e punti informativi.

Durante la due giorni non mancherà l’occasione di dibattito con un prestigioso convegno interreligioso che vedrà la presenza di importanti personalità in rappresentanza delle maggiori professioni religiose. Un evento che porrà al centro il confronto tra religioni, dal mondo buddista a quello musulmano, dai tanti riti del credo cristiano a quello ebraico.

L’edizione 2017 del festival “Culture a Confronto”, dunque, accenderà i riflettori anche quest’anno su Tropea come vero e proprio ombelico culturale a livello mondiale, valorizzando l’amore per le tradizioni e la cultura popolare.