In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Omicidio Mezzatesta. Arrestato 31enne: vittima seguita e trucidata con cinque colpi

Catanzaro Cronaca

Omicidio premeditato: questa l’accusa mossa nei confronti Marco Gallo, 31enne incensurato di Falerna Marina che è ritenuto l’assassino di Gregorio Mezzatesta, il 50enne di Sellia Marina ucciso il 24 giugno scorso a Catanzaro, in via Milano, mentre si stava recando sul posto di lavoro presso le Ferrovie della Calabria.

Stamani per il 31enne sono scattate le manette su ordine del Gip del capoluogo: secondo gli inquirenti avrebbe esploso contro Mezzatesta diversi colpi di pistola, una calibro 9x21, raggiungendolo mortalmente alla testa.

Gallo, sempre in base alla ricostruzione degli investigatori, a bordo di una moto, una enduro nera, avrebbe “agganciatola vittima nel territorio di Tiriolo, mentre era sulla sua auto, una Citroen, alla cui guida vi era un collega. Poi l’avrebbe pedinata fino al luogo del delitto.

LA DINAMICA

Ha così aspettato che Mezzatesta uscisse dal bar della Stazione e che rientrasse in auto raggiungendolo sul lato passeggeri ed esplodendogli contro cinque colpi mortali.

Per arrivare a rintracciare il presunto assassino i carabinieri, che hanno svolto le indagini, hanno utilizzato diverse telecamere di videosorveglianza posizionate lungo il percorso seguito dal killer per raggiungere il capoluogo, ricostruendone minuziosamente ogni movimento compiuto prima e dopo il delitto dalla moto “incriminata”.

Alla tragica scena aveva anche assistito il collega della vittima che nell’immediatezza raccontò agli inquirenti che una volta sedutosi sul lato guida aveva udito lo sparo e il rumore del finestrino andato in frantumi, notando il solo petto di una persona che, pare, indossasse un giubbotto nero.

Un altro testimone aveva invece visto fuggire una moto a gran velocità ed un altro ancora descritto il presunto assassino come un uomo di circa 25 anni di età, alto intorno al metro e 70 e con indosso un casco integrale.

Il movente, infine, potrebbe essere rintracciabile in alcuni dissidi tra vittima e presunto omicida che pare si conoscessero da diverso tempo, ma è solo un’ipotesi: sono ancora in corso ulteriori indagini per comprendere meglio i fatti.