In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Cosenza risponde all’appello di Montanari e Falcone, verso lista civica di sinistra

Cosenza Politica

Ha risposto all’appello di Anna Falcone e Tomaso Montanari, il teatro dell’Acquario di Cosenza e ha deciso di partecipare al progetto di una lista civica nazionale di sinistra. Un’occasione che i firmatari (Claudia Andreoli, Domenico Alfano, Andrea Bevacqua, Angelo Broccolo, Fortunato Cacciatore, Lorenzo Caffé, Francesco Campolongo, Giovanni Caporale, Luigi Edoardo De Bartolo, Delio Di Blasi, Valerio Formisani, Guido Liguori, Mario Gallina, Antonio Gorgoglione, Franca Maritato, Monica Nardi, Walter Nocito, Gianluca Palma, Luigi Pandolfi, Piero Piersante, Fernando Pignataro, Pasquale Pisculli, Giuliano Ricca, Francesco Saccomanno, Sandro Scalercio, Irene Scarnati, Pino Scarpelli, Leonide Spinelli, Pia Tucci) non vogliono sprecare. è un’occasione che non possiamo sprecare.

“Il 18 giugno - scrivono i firmatari - siamo stati a Roma, al Teatro Brancaccio, con molta curiosità, anche con un pizzico di speranza, dopo tante occasioni mancate. Grande entusiasmo, tanta voglia di ripartire, contenuti in linea con il nostro comune sentire, punti fermi sulle questioni cruciali, dal lavoro alla pace, dall’ambiente alla democrazia. Parole forti, come partecipazione, tutela dell'ambiente, superamento del Jobs Act e della Buona Scuola, condanna dell'austerity e delle politiche neoliberiste.

“Dai territori sono emerse tante esperienze interessanti, dalle civiche in comune alle esperienze di accoglienza e di difesa dei beni comuni. Nel dibattito hanno trovato spazio movimenti e partiti di sinistra, in una condizione di uguale importanza e dignità, nessuno dominante o subalterno rispetto all'altro. Non c’è dubbio: l'appello lanciato da per la costruzione di una lista civica Bisogna ripartire dai territori, dai quartieri, dai luoghi di lavoro, dalle università, per raccogliere le forze e offrire un’alternativa al Paese.

Bisogna ripartire dallo spirito del 4 dicembre, offrendo una sponda politica a quanti hanno riposto nel NO alla (contro)riforma costituzionale le loro speranze di cambiamento, per una società più giusta ed uguale. L’appuntamento, per un primo scambio di idee e proposte organizzative, è a Cosenza, giovedì 20 luglio, alle ore 18, presso il Teatro dell’Acquario, in via Galluppi.”