In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

La bella vita dei parenti del boss: vacanze di lusso e chirurgia estetica, scatta la confisca

Catanzaro Cronaca

Vacanze in rinomate località turistiche, chirurgia estetica, senza farsi mancare la loro presenza in costosi ristoranti: peccato che a condurre questo invidiabile stile di vita sarebbero state persone senza avere un lavoro che ne giustificasse le spese, presumibilmente esose.

È il lusso che, secondo gli inquirenti, si concedevano i familiari del “professore” - così è chiamato Francesco Giampà, considerato storico e carismatico capo dell’omonima cosca di Lamezia Terme, al momento sottoposto al carcere duro - ed a cui i finanzieri della cittadina della piana hanno confiscato beni per 500 mila euro.

Gli investigatori avrebbero accertato infatti una grande sproporzione tra i redditi dichiarati ed il tenore di vita effettivamente mantenuto.

Così il Tribunale di Catanzaro, su richiesta del procuratore distrettuale antimafia Nicola Gratteri e del Pm Elio Romano, sulla base delle informative delle fiamme gialle, ha fatto scattare i sigilli a due appartamenti, un'autovettura e disponibilità finanziarie per circa 10 mila euro. I beni – di cui i Giampà non avrebbero saputo giustificare la provenienza - erano già stati sequestrati nell'ottobre del 2015. Disposta anche la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per la moglie e le due figlie di Giampà, considerate partecipi alla cosca.