In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Aree di servizio dell’A2 biglietto da visita della regione, un piano per migliorarle

Calabria Infrastrutture

Regione, Anas, Gestori e Concessionari petroliferi delle Aree di Servizio presenti lungo l'A2 Autostrada del Mediterraneo si sono incontrati presso la Cittadella di Germaneto su iniziativa della stessa Anas e dell’ente e per affrontare i temi riguardanti il decoro e la ricettività delle aree di servizio, soprattutto le problematiche inerenti la gestione dei servizi.

Nel corso della riunione, Il presidente Oliverio ha sensibilizzato i responsabili, gestori e concessionari, nel risolvere nel più breve tempo possibile - in vista dell'esodo estivo - i servizi minimi e indispensabili all'interno delle aree, sottolineando che dal punto di vista turistico, le stesse rappresentano il biglietto da visita della regione.

Anas ha già avviato in maniera programmata e costante, attraverso specifiche schede di rilevazione, la verifica dei servizi di distribuzione carburanti e di ristoro, la vigilanza sullo stato complessivo delle strutture e sul funzionamento degli impianti, l’osservanza degli adempimenti contrattuali, il trattamento riservato ai clienti da parte dei concessionari, i livelli di servizio in genere, nonché lo stato dei servizi igienico-sanitari all’interno delle aree.

Inoltre è partito un piano di ristrutturazione della rete delle aree di servizio presenti lungo l'autostrada, per l’ammodernamento delle strutture connesso al programma dei nuovi affidamenti delle concessioni.

All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Roberto Musmanno, Assessore alle Infrastrutture, Carmela Barbalace, Assessore allo sviluppo economico, e per Anas, Giuseppe Ferrara, Responsabile Coordinamento Territoriale Calabria e Francesco Fazzolari, Responsabile Unico del Procedimento, oltre ai rappresentanti dei gestori e concessionari petroliferi, tra i quali, ENI e Q8.