In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Associazionismo e promozione sociale, un registro e un osservatorio

Calabria Attualità

La Terza Commissione permanente del Consiglio Regionale della Calabria ha approvato all’unanimità, nell’ultima seduta, la Proposta di Legge sulle “Misure per la valorizzazione dell’associazionismo di promozione sociale”, a firma dei consiglieri del gruppo “Oliverio Presidente” Orlandino Greco, Franco Sergio, Mauro D’Acri e Francesco D’Agostino.

La proposta va a colmare un vuoto normativo della Regione nella e che si rifà alle Legge nazionale del 2000, la N. 383. “La Calabria – spiega uno dei firmatari, Orlandino Greco - è una regione dove le associazioni di volontariato hanno un ruolo fondamentale, di vero e proprio collante tra le istituzioni e i cittadini; sviluppano assiduamente la loro attività su ogni territorio, si fanno portavoce di iniziative e progetti di rilevanza sociale e non soltanto; esprimono esigenze e problematiche delle comunità dove esse sono presenti. Impegno di forze e risorse, senza fini di lucro, in perfetta attuazione del principio di sussidiarietà sancito dalla Costituzione, svolgendo anche quei servizi per lo più sociali che gli enti locali, a causa anche dei sempre minori trasferimenti statali, non riescono più a gestire”.

È vero anche che, “spesso e vergognosamente” sottolinea ancora il consigliere “si è verificato che dietro alcune associazioni cosiddette Onlus, si muovessero delle vere e proprie società intente a utilizzare finanziamenti pubblici per scopi diversi da quelli previsti dai documenti statutari”.

La proposta di legge, oltre a riconoscere il valore e il contributo prezioso del mondo dell’associazionismo, va a regolamentare l’intero settore prevedendo l’istituzione di un Registro e di un Osservatorio permanente regionale dell’associazioni di promozione sociale.

Un organismo, quest’ultimo, che si occuperà di analizzare i bisogni dei territori per formulare proposte operative in materia e che coinvolgano le associazioni iscritte al registro. L’iscrizione, per ragioni di trasparenza, sarà prerequisito imprescindibile per tutte quelle associazioni che intenderanno stipulare convenzioni con la Regione.

“È importante che questa proposta sia stata approvata all’unanimità” afferma ancora Greco, spiegando che “ciò dimostra come su tematiche di grande rilevanza sociale maggioranza e minoranza siano in grado di trovare una congiunzione d’intenti e di azioni. Sulle medesime motivazioni e sugli stessi principi è stata consegnata una Mozione che invita la giunta regionale al massimo impegno per accelerare l’approvazione della Proposta di Legge n. 149 sulle Proloco, uno strumento di valorizzazione e promozione dei territori affermato a livello nazionale e che meritano, visto l’impegno continuo profuso, di essere riconosciute attraverso una normativa che ne attesti la validità”.

L’auspicio è che entrambe le proposte di legge giungano presto in Consiglio regionale per l’approvazione definitiva, seguendo l’esempio di tutte le altre regioni del Paese.