In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Lamezia. Tra oggi e domani il Congresso degli internisti calabresi

Calabria Salute

Grande attesa per la XV edizione delle Giornate Internistiche Calabresi. Il Congresso, presieduto da Gerardo Mancuso e da Gaetano Mauro, divenuto un punto di riferimento per il Meridione con la presenza di relatori di fama nazionale ed internazionale, partirà oggi a Lamezia.

"Il filo conduttore di questa edizione – spiega Mancuso, primario UOC di Medicina Interna nel Presidio Ospedaliero di Lamezia dell'Asp Provinciale di Catanzaro – sono le malattie frequenti e rare in medicina interna. Evidenzieremo le terapie più innovative ed efficaci su questi due assi di patologia. Ci soffermeremo, ad esempio, sui pazienti cardiaci, diabetici e con malattie polmonari. Mentre, tra le situazioni più rare, analizzeremo la malattia di Gaucher che sta avendo negli ultimi tempi un'evoluzione inesorabile. In questi casi, le case farmaceutiche stanno investendo molto per trovare le molecole con meno effetti collaterali e migliorare, quindi, la vita delle persone".

Oggi, nel pomeriggio, nell'ambito del Congresso si terrà la seconda edizione del Premio alla Carriera, istituito lo scorso anno, che verrà assegnato a quattro internisti che hanno lasciato nella nostra regione un segno nello sviluppo delle conoscenze ma anche nella cura del paziente.

Domani, nella seconda e conclusiva giornata, sarà presente il professore Pier Mannuccio Mannucci, considerato tra i migliori scienziati italiani al mondo. Mannucci ha realizzato un libro, "Aria da Morire", frutto di studi scientifici, nel quale vengono valutati in modo realistico i danni alla salute derivanti dalla contaminazione dell'aria, riconducibile essenzialmente a mobilità, riscaldamento, produzione energetica e industriale, e fonda le propria affermazioni sul meglio della ricerca epidemiologica e tossicologica.