In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Maltempo, in arrivo temporali e vento forte sui settori adriatici dell’Italia

Calabria Attualità

Il passaggio veloce di un nucleo di aria più fredda sui settori adriatici dell’Italia determinerà una fase di maltempo sugli stessi, con temporali e venti forti.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, mercoledì 24 maggio, precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul Friuli Venezia Giulia e sull’Emilia Romagna. Dalle prime ore di domani, giovedì 25 maggio, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sull’Umbria orientale, sull’Abruzzo e sul Molise, in estensione alla Puglia, alla Basilicata e alla Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base delle previsioni disponibili è stata valutata per oggi, mercoledì 24 maggio, allerta gialla sul Friuli Venezia Giulia, sui settori centro orientali dell’Emilia Romagna, sul versante costiero delle Marche, sui Bacini del Liri, Aniene e sull’Appennino di Rieti nel Lazio, sulle zone interne dell’Abruzzo, sul Molise, sulla Basilicata, su gran parte della Puglia e della Calabria.

Per la giornata di domani, giovedì 25 maggio, è stata valutata allerta gialla sui versanti orientali dell’Umbria e delle Marche, sull’Abruzzo, sul Molise, sulla Basilicata, sulla Puglia, su gran parte della Calabria.