In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Riservamica, i carabinieri aprono al pubblico i tesori verdi della regione

Catanzaro Attualità

Domenica 21 maggio l’Arma dei Carabinieri apre al pubblico 130 preziosi "tesori verdi" in occasione della quinta edizione di "RiservAmica", Festa Nazionale delle Riserve Naturali dello Stato organizzata dall’Arma in tutta Italia.

L'obiettivo dell'evento è far scoprire, conoscere ed amare le aree protette gestite dagli Uffici Carabinieri per la Biodiversità come luoghi speciali, ricchi di natura e biodiversità dove è possibile “immergersi” in ambienti naturali unici insieme ad esperti di interpretazione della natura.

L'iniziativa si rivolge a famiglie, comitive, gruppi, associazioni, ma anche a singoli visitatori. I partecipanti potranno scoprire che in tutta Italia esiste una rete di Riserve Naturali dello Stato che racchiude una rara e importante biodiversità.

L’edizione 2017 si affianca al progetto di educazione ambientale “Incontri Selvatici” promosso dall’Ufficio Biodiversità dei Carabinieri che ha coinvolto gli alunni degli istituti scolastici provinciali in una attività didattico/formativa con lo scopo di avvicinare il cittadino al ruolo primario che la Natura, le foreste e la Biodiversità svolgono per la conservazione della vita sul Pianeta, per scoprire, conoscere e tutelare la fauna selvatica.

In occasione della Festa, l’Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità di Catanzaro organizza visite guidate e laboratori di educazione ambientale nella Riserva “Poverella-Villaggio Mancuso” con punto di accoglienza presso il Centro Visita in località Monaco-Villaggio Mancuso (Taverna).

Con inizio alle 10, il personale del Reparto accoglierà i visitatori presso il Centro Visita CC “A. Garcea”, in località Monaco-Vill.Mancuso, dove i partecipanti potranno osservare i musei “Le Foreste della Sila”, “Le Foreste e l’Uomo”, il sentiero delle piante aromatiche e medicinali, il sentiero geologico, i recinti faunistici, il giardino delle farfalle, il villaggio rurale dell’antica Sila, il vivaio della biodivesità silana e tutte le bellezza naturalistiche offerte dal Centro Visita e dalle Riserve. A fine mattinata verranno realizzati laboratori di educazione ambientale.

Nel corso della manifestazione Associazioni ed artisti locali daranno vita ad esibizioni estemporanee ed eventi attinenti la promozione della cultura della sostenibilità ambientale.

L’evento programmato vuole coinvolgere i partecipanti in una esperienza di interpretazione della biodiversità per vivere realmente la natura vicina e lasciare nei visitatori un messaggio di amore e rispetto verso la biodiversità, ma anche di interesse attivo e di impegno responsabile.