In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Ieraci (Nuovi Orizzonti): “La Locride deve ripartire”

Reggio Calabria Attualità

"La Locride ha bisogno di ripartire." E' quanto afferma in una nota Roberto Ieraci, Presidente dell'Associazione Culturale "Nuovi Orizzonti per il Sud". "La stato di isolamento e di abbandono (specie negli ultimi anni) – spiega - è oramai sotto gli occhi di tutti. Dalla sanità ai trasporti questo territorio aspetta risposte che da anni tardano ad arrivare. Eppure tante volte siamo stati sfiorati dall'idea che il nostro territorio potesse essere "attenzionato" e dotato di quelle strutture e di quei servizi necessari, tali da poterci porre allo stesso livello delle altre realtà italiane ed europee ma così purtroppo non è stato”.

“L'Ospedale di Locri – prosegue Ieraci - è sempre più in affanno, i trasporti soprattutto su rotaie sono datati, le strade sono incurate, per non parlare del problema occupazionale che sta diventando una vera e propria piaga. Assistiamo inerti alla lente agonia dei nostri territori. Oggi dopo l’insediamento del nuovo organo amministrativo che è la Città Metropolitana, che avrebbe dovuto migliorare i rapporti con i territori e quindi portare benefici, i Comuni vivono nell' incertezza amministrativa più totale. Si deve ripartire dal basso, dalla base, dall’ascolto della gente e dai giovani, guardare alle problematiche e vicissitudini dei vari territori”.

Per Ieraci bisogna ritornare a fare la sana e buona politica. “La politica – dice - mai come oggi ha bisogno di ripartire con proposte e progetti concreti che puntino a dare delle risposte alla gente che in questi anni guarda oramai alla politica come ad un male per la società. Bisogna ripartire dopo un attenta analisi dei fatti, pur sapendo che solo se uniti si vince. Ma è anche necessario che i cittadini riprendano il coraggio e la voglia di partecipare alla vita politica, intesa come cose di tutti e non di pochi”.

Secondo il presidente dell’associazione, dunque, “i nuovi orizzonti che ci troviamo davanti presuppongono un cambio di mentalità. C'è bisogna di gente che – sottolinea - ha tanta voglia di fare, che ha voglia di mettersi in gioco seriamente senza ricerche di poltrone od altro. La prossima tornata elettorale che vedrà interessati 12 comuni della Locride, tra cui il mio paese Portigliola, sia l’inizio di un nuovo percorso politico che possa vedere una Locride protagonista e non semplice spettatrice, con i giovani impegnati in prima linea. Bersani lo invocò anni fa: ‘Comincia a fare il consigliere comunale, poi quello provinciale, regionale, magari poi arrivi a Roma, posto che il "biglietto" riesci a staccarlo".

I giovani devono interessarsi alla politica per cambiarla, aggiunge ancora Ieraci: “dopotutto – afferma - saranno loro la società del futuro. La politica in questo momento storico ha fortemente bisogno dello slancio e delle motivazioni che i ragazzi e le ragazze possono fornire con il loro contributo di idee e di iniziative per migliorare la società in cui viviamo”.

L’augurio, infine, è quello che si possa “ritornare a vedere nella politica lo spazio privilegiato del bene comune, ovvero del bene di tutti e di ciascuno. Da cittadino della Locride – dice ancora - spero che i giovani si impegnino seriamente per questo nostro territorio, rimanendo ed investendo in esso, affinchè possa avere finalmente il giusto ruolo e la giusta valorizzazione, evitando di passare alla cronaca solo per le cose negative, allontanando allo stesso tempo quell’assistenzialismo che – conclude Ieraci - ci ha reso vittime per il beneficio di pochi e resi prigionieri del passato".